Analisi sul mercato Forex – Opzioni Binarie

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • Binarium
    Binarium

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Analisi sul mercato Forex

Alcuni analisti, giornalmente, offrono una disamina di quel che è accaduto nel mercato ForEX del giorno precedente in modo da orientare le scelte degli investitori. Vi proponiamo un excursus ragionato di quel che è successo ieri.

Sicuramente c’è una coppia di valute che deve essere sempre monitorata ed è quella Eur/Usd che mette in relazione le risposte della politica americana a qual che succede nel Vecchio Continente. L’Europa negli ultimi mesi non se la passa molto bene per via delle vicende greche e Spagnole.

In questi giorni ci sono dei colloqui in questi due paesi e sembra quasi che la situazione inviti tutti gli investitori a liberarsi dei titoli di stato greci e spagnoli. C’è soltanto bisogno che uno dei due governi, quello di Madrid o quello di Atene, gettino la spugna, alzino la bandiera bianca.

In questo modo ci sarebbe una situazione più definita a livello politico, che sarebbe tradotta in una stabilità maggiore del rapporto tra le valute. Una situazione di quasi stabilità, certamente, agevola gli investitori che possono puntare su soluzioni più nette.

La settimana scorsa è stata condizionata anche dalla pressione a vendere che ha segnato la coppia GBP/USD. Dopo una settimana di orsi, adesso c’è la ripresa.

Differenza tra Opzioni binarie e Forex

Tutti i novelli trader, che si affacciano per la prima volta nel mondo del trading online, si pongono una domanda: Qual è la differenza tra Opzioni binarie e Forex?

Si trovano di fronte alla scelta di decidere se investire con il trading binario o se invece utilizzare il Trading Forex. Tra i due tipi di trading vi sono delle differenze molto importanti che di seguito andremo ad evidenziare; ricordiamo inoltre che prima di andare ad investire con denaro reale, è consigliabile possedere:

  1. Una strategia di trading, testata e funzionante
  2. Conoscenza, almeno base, delle logiche dei mercati, dei grafici finanziari e dell’analisi tecnica
  3. Pratica ed esperienza fatta con account demo

Prima di addentrarci meglio sulla scelta Opzioni binarie vs Forex andiamo a vedere quel’è la sostanziale differenza tra Opzioni binarie e Forex.

�� Con AvaProtect fai trading senza preoccupazioni! Temi di perdere con una posizione? AvaTrade ti protegge…Riduci il rischio, aumenta i vantaggi. Scopri di piu’ ⭐ Ricevi 100.000 € di denaro virtuale con un account demo gratuito >>

Opzioni binarie o Forex?

Trading Forex:

Il mercato Forex, dall’acronimo di Foreign Exchange, o anche solo conosciuto come FX, è uno dei mercati più redditizi e più grandi al mondo, sia per quantità di denaro impiegato, sia per transazioni giornaliere eseguite.

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • Binarium
    Binarium

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Quando andiamo ad investire nel Trading Forex, andiamo a speculare sul valore di una coppia di valute, traendo profitto dai movimenti di tale valore (sia che siano rialzisti, sia che siano ribassisti).

Ad esempio se il prezzo attuale della coppia di valute EUR/USD è pari a 1,308 e noi in base a quelli che sono i dati in nostro possesso sappiamo che il prezzo aumenterà, investeremo al rialzo. Quando si investe al rialzo, si dice che si “apre una posizione long”: si compra l’asset in questione (il cambio EUR/USD) e si aspetta che il valore aumenti, per poi rivenderlo e guadagnare la differenza (tra prezzo di vendita e prezzo di acquisto).

Viceversa, quando ci si aspetta una diminuizione nel valore di una coppia di valute (ovvero un ribasso), si investe aprendo una “posizione short”. In questo caso, il broker ci “presta” l’esatta quantità di asset che vogliamo vendere, il quale viene venduto automaticamente appena apriamo la posizione short, generandoci un guadagno. Tale guadagno però, rimane “bloccato”: infatti, dovremmo prima restituire l’esatta quantità di asset che il broker ci aveva prestato inizialmente. Dobbiamo quindi ricomprare la stessa quantità di asset, e a quel punto il nostro guadagno sarà uguale alla differenza tra prezzo di acquisto e prezzo di vendita.

Inoltre il mercato Forex, non è un mercato chiuso ma è un mercato aperto a tutti i tipi di trader; quindi vi possono partecipare:

  • investitori privati;
  • investitori internazionali;
  • banche centrali;
  • banche private;
  • Governi;
  • piccoli risparmiatori.

Quando operate nel mercato del forex, potrete fare trading (comprare e vendere) utilizzando coppie valutare di tutto il mondo (EUR/USD, GBP/JPY, CAD/AUD, EUR/JPY, etc…). Inoltre, il mercato del forex è un mercato molto volatile (ovvero con forti variazioni nel valore dei cambi valutari), che rimane aperto 24/24h, 5 giorni alla settimana (da Lunedì a Venerdì).

Trading Binario

Il trading online con le opzioni binarie, a differenza del trading con il mercato Forex, può invece essere considerato come una Forma di trading molto più giovane e con un volume d’affari di molto inferiore rispetto a quello che è il Trading Forex.

Infatti, i primi broker di opzioni binarie sono nati all’incirca nel 2008 e solo nel 2020 invece si ha avuto, con la nascita delle prime società autorizzate, i broker di opzioni binarie con licenza: ovvero una licenza rilasciata da organi di controllo e di vigilanza come appunto CySEC e CONSOB. Da quell’anno i broker di opzioni binarie hanno dovuto anche sottostare alle direttive del MiFid, così come alle leggi antiriciclaggio europee. Un broker di opzioni binarie per avere una licenza valida a livello europeo, deve ottenere relativa licenza dall’ente di controllo del proprio paese (dove ha sede legale).

A differenza del trading Forex, operare nel trading binario è molto semplice: le opzioni binarie possono davvero essere spiegate a chiunque, perché il loro funzionamento è davvero semplice. Con le opzioni binarie dovete fare una previsione sul futuro andamento del prezzo di un asset (da voi selezionato): il prezzo di tale asset aumenterà entro un determinato periodo di tempo (chiamato scadenza, scelto sempre da voi) oppure diminuirà?

Bisogna specificare che esistono diversi tipi di opzioni binarie:

  • Opzioni binarie call/put (chiamata anche alto/basso o high/low)
  • Opzioni binarie One touch (chiamate anche Tocca o Non tocca)
  • Opzioni binarie Range (chiamate anche Intervallo)
  • Opzioni binarie a breve scadenza (spesso chiamate anche “Digital options”)

Le opzioni binarie vengono chiamate binarie proprio perché l’investimento può avere solo du esisti: guadagno o perdita. Una caratteristica fondamentale delle opzioni binarie, è che fin dall’inizio saprete esattamente quanto potrete guadagnare e quanto potrete perdere dalla vostra operazione. Il guadagno per ogni opzione binaria viene chiamat “Payout” e viene calcolato in percentuale sull’importo investito: investire €100 su un’opzione binaria call, che offre un Payout pari al 85%, significa avere (potenzialmente) un guadagno totale di €185 (netto di €85).

Di solito il Payout delle opzioni binarie varia da un minimo del 60% fino ad un massimo del 90% per le opzioni binarie call/put e per quelle a breve termine. Se utilizzerete anche gli altri tipi di opzioni binarie, il Payout può raggiungere percentuali comprese tra il 150% fino al 500% del capitale investito.

E’ da notare che con le ozioni binarie potrete investire su differenti asset:

  • Titoli azionari
  • Indici azionari
  • Coppie di valute
  • Materie prime

Ovviamente, quando utilizzerete le opzioni binarie per investire non possederete mai realmente l’asset sottostante: infatti, le opzioni binarie sono dei contratti che si svolgono tra voi (il trader) ed il broker di opzioni binarie. Perciò, le opzioni binarie sono degli strumenti finanziari utili solamente per speculare sulle variazioni di valore degli asset.

Altra caratteristica delle opzioni binarie è la scadenza: la scadenza sarebbe il tempo che intercorre tra l’apertura della vostra opzione binarie (quando investite) e la chiusura della vostra opzione binaria. Vi sono differenti tipi di scadenza tra cui potrete scegliere; qui di seguito elenchiamo i più comuni:

  • Scadenze a breve termine: 30 secondi, 60 secondi, 120 secondi, 300 secondi
  • Scadenze a medio termine: 15 min, 30 min, 1h, 3h, 6h
  • Scadenze a lungo termine: 12h, 24h, 1 settimana, 1 mese

Differenza tra Opzioni binarie e Forex

Prima di andare ad esaminare quelle che sono le differenze tra il Forex trading e il trading con le opzioni binarie, andiamo a guardare quelle che possono essere invece considerate similitudini.

Similitudini

  1. Sia il mercato Forex, sia il mercato delle Opzioni binarie, sono mercati aperti; con questo intendiamo la possibilità di operare durante tutto il giorno, 24 ore su 24 durante la settimana.
  2. I broker di entrambi i mercati offrono la possibilità di fare trading online con una piccola quantità di capitale, ovvero ti offrono la possibilità di andare ad aprire un conto demo o un conto reale con un capitale minimo di investimento di circa 100-200 EUR, anche se i broker forex possono richiedere cifre maggiori.
  3. Su entrambi i mercati si può investire sia al rialzo, sia al ribasso.

Differenze

Passiamo ora ad evidenziare quelle che sono invece le differenze tra Opzioni binarie e Forex.

A questo proposito ricordiamo che:

  1. Con le opzioni binarie, abbiamo la possibilità di andare a conoscere in anticipo quello che è il profitto e il rischio, prima ancora di iniziare a fare trading.
  2. Il Forex Trading non consente di conoscere il proprio profitto fino a che non si decide di chiudere la posizione; in questo caso quindi, il guadagno è variabile e non fisso. Con le opzioni binarie si saprà fin dall’inizio sia il potenziale guadagno che la potenziale perdita.
  3. Il Trading con le opzioni binarie ha un rischio sempre più elevato rispetto a quella che è la ricompensa; ovvero il rendimento è compreso tra il 60% e l’90%, ma in caso di perdita, si rischia l’intero capitale (a meno che non si opera con opzioni binare range e opzioni binarie one touch).
  4. Con le opzioni binarie per ottenere un guadagno concreto, si deve portare a compimento una percentuale di vincite maggiori al 50%, di solito superiori al 60%.
  5. Con le opzioni binarie si può fare trading con diversi asset; mentre con il forex solamente sulle coppie di valute.
  6. Con le opzioni binarie non c’è bisogno di piazzare livelli di stop loss o take profit, che sono invece fondamentali per chi opera nel mercato forex. Anche se vi è una funzione simile chiamata “chiusura anticipata”.
  7. Le opzioni binarie sono più facili da utilizzare, perché non coinvolgono l’utilizzo di stop loss/take profit (elementi chiave del forex) e non si utilizza la leva finanziaria (arma a doppio taglio nel fore, che amplifica sia i guadagni che le perdite)

Quello che qui abbiamo voluto racchiudere, rappresenta solo un piccolo schema riassuntivo di quelle che sono le differenze ma anche le somiglianze tra il Opzioni binarie e Forex.

Entrambi i mercati portano vantaggi e svantaggi, ma sulla base di quello fin qui detto, possiamo andare a valutare quelle che sono le differenze, per poi andare ad orientarci e a provare un conto demo con un broker Forex o anche con un broker Opzioni Binarie.

Conclusioni

Il trading forex ed il trading di opzioni binarie sono due tipi di trading molto differenti: ognuno hai suoi vantaggi, non ci sono dubbi. Toccherà a voi decidere quale dei due tipi di trading fa al caso vostro. Il nostro consiglio è quello di testare sia il trading forex che il trading di opzioni binarie, utilizzando però degli account demo.

Un account demo è un tipo di account che utilizza denaro virtuale: in altre parole, non dovrete mai effettuare un deposito e non investirete mai soldi reali. Facendo pratica in entrambi i mercati, riuscirete a capire quale dei due meglio si adatta alle vostre esigenze di trading (ma anche al vostro portafoglio).

Per provare la differenza Opzioni binarie vs Forex e le tue strategie con le opzioni binarie, scegli uno dei migliori broker qui sotto e prova il trading con account demo.

Migliori Broker Trading Forex Cfd Regolamentati

Broker Caratteristiche Vantaggi Conto Demo
  • Licenza: CySEC – FCA – ASIC
  • Social Trading
  • Deposito min: 200 $
Piattaforma N.1 al mondo per il Social Trading Prova GratiseToro opinioni
  • Licenza: CySEC
  • Vasta scelta di CFD
  • Deposito min: 100 €
Piattaforma per professionisti – Vasta scelta di CFD Prova GratisPlus500 opinioni
  • Licenza CySEC
  • Piattaforma MT4
Centro di formazione completo di corsi ed ebook sul trading online. Prova GratisETFinance opinioni
  • Broker con più regolamentazioni
  • Copy trading
  • Segnali di Trading
Trading CFD e con le opzioni vanilla Prova GratisAvaTrade opinioni

* Trading in CFD. Il tuo capitale è a rischio.

Il forex

Fare trading online sul Forex significa operare al rialzo o al ribasso sui tassi di cambio che contraddistinguono le coppie di valute. Il tutto, all’interno del mercato più ampio e liquido del mondo, che ogni giorno è scelto da milioni di appassionati trader per la realizzazione delle proprie operazioni di investimento sui cross valutari più gettonati, o su quelli legati a sigle emergenti! Qualche esempio?

La sigla EUR/USD esprime il valore dell’Euro nei confronti del Dollaro Statunitense. Oltre ad essere la coppia valutaria più trattata dai forex traders, tale cross è altresì un “mover” da cui possono dipendere anche le oscillazioni di altre accoppiate come EUR/GBP o EUR/JPY, all’interno di un mercato che ha il primato di muovere una massa di liquidità pari a 3.000 miliardi di dollari al giorno.

L’investimento nella coppia valutaria può naturalmente essere arricchito da una lunga serie di opzioni di personalizzazione della propria strategia di impiego. Tra le principali – e, sicuramente, quella che può rendere maggiormente redditizia la propria operazione di trading – vi è la possibilità di operare sfruttando un effetto leva, che può estendersi anche fino a 1:400 o più (in altri termini, il proprio guadagno o la propria perdita verrà moltiplicato per la leva selezionata).

Naturalmente, considerando che – nonostante la sua facilità di utilizzo – l’investimento sul Forex è un investimento su un vero mercato finanziario, per imparare a fare trading online è, per prima cosa, importante capire come calcolare i potenziali guadagni o le possibili perdite. Nel forex i valori di mercato delle coppie di valute vengono espressi in pips. Un pip (percentage in point) è il più piccolo movimento ottenuto da una coppia di valute o, se preferite, l’equivalente del tick utilizzato in borsa.

Solitamente il prezzo di una coppia di monete viene espresso con 5 numeri. Supponendo di operare in acquisto su un mini lotto di 10.000, con un cambio EUR/USD a 1,3501 occorreranno 13.500$, ma sfruttando una leva X 30, in realtà ne basteranno appena 450 circa. Ipotizzando di chiudere l’operazione con un cambio pari a 1,3601, ci sarà una differenza di 0,01 (100 pips) che moltiplicata x 10.000 frutterà un guadagno di 100 $.

Altro fattore molto importante, con il quale sarebbe bene cercare di prendere immediatamente la dovuta confidenza, è il concetto di spread, cioè la differenza tra il prezzo buy (compra) di una coppia di valute e il prezzo sell (vendi). Minore sarà lo spread e più facile sarà aprire e chiudere un’ operazione con profitto.

Ad ogni modo, per muovere i primi passi nel Trading Forex – un mercato apparentemente facile, ma pieno di insidie – il nostro consiglio è quello di aprire un conto presso un broker che offra la possibilità di esercitarsi con un account demo, prima di mettersi in gioco con soldi veri. Puoi trovare una lista di broker seri e affidabili (con licenza europea) su e-investimenti.com, che dal 2006 è il punto di riferimento per i trader sul Forex e sul trading online. Il conto dimostrativo permetterà inoltre non solamente di poter vedere “dal vivo” i risultati delle proprie strategie di investimento, quanto altresì cercare di capire quali siano le caratteristiche della piattaforma di trading che si sta valutando di accendere in versione “reale”.

Ad oggi tutti i principali broker del mondo offrono la possibilità di aprire, in tempi rapidi e senza complicazioni, un proprio conto dimostrativo. Perchè allora non approfittarne, ed effettuare delle buone comparazioni tra più operatori? Una volta presa la giusta consapevolezza con i conti dimostrativi, sarà poi possibile procedere all’apertura di un conto reale. Anche in questo caso, giova ricordare come l’ imbarazzo della scelta sia all’ ordine del giorno per tutti i trader neofiti.

Quale broker scegliere all’ interno del mare di alternative presenti?

Per poter rispondere a questa domanda, iniziamo con il ricordare come non esista un broker “migliore” per qualsiasi profilo di utente. Un trader potrebbe pertanto apprezzare notevolmente il broker “A”, ma non trovarsi adeguatamente a suo agio con l’impostazione del broker “B”, o viceversa.

Detto ciò, vi sono comunque alcuni requisiti che un buon broker dovrebbe avere. A cominciare, ad esempio, dall’ampiezza dei “prodotti acquistabili” o, meglio, degli asset negoziabili attraverso i vari contratti sottoscrivibili. Scegliete dunque un broker che non si limiti a garantirvi il solo spot trading sulle principali coppie valutarie, ma ambite a entrare in possesso di un account che possa accontentare anche gli investimenti in valute emergenti, in altri asset extra-Forex, e non solo in acquisto diretto quanto, altresì, in contratti binari & co.

In secondo luogo, cercate di aprire un conto in un broker che possa rispecchiare le vostre preferenze di transato. Alcuni broker sono in grado di offrire un servizio particolarmente avanzato ed esclusivo ma, di contro, necessitano di depositi minimi e/o di importi per singola operazione che potrebbero non rispecchiare le capacità di impiego. A proposito di deposito, ricordate che molti broker offrono dei bonus particolarmente allettanti per il benvenuto: dateci una proficua occhiata, e non limitatevi solamente a comprendere quanto sarà il bonus, bensì in che modo sarà possibile fruirlo (alcuni broker pongono dei limiti particolarmente stringenti).

Naturalmente, altro requisito sarà rappresentato dalla possibilità di usufruire della piattaforma del broker in maniera flessibile: fate dunque in modo di assicurarvi che il vostro browser permetta il trading da postazione fissa o da dispositivo mobile, e che le piattaforme mobili di trading abbiano tutte le caratteristiche che vi servono per poter aprire, gestire e chiudere la posizione in maniera idonea.

Infine, prestate un’ attenta analisi a tutte le opzioni formative e informative. Per esempio, potrebbe essere utile aprire un account all’interno di un broker che abbia una community di trader piuttosto vivace, o che faccia del social trading una delle sue leve principali. Ancora, cercate di preferire tutti quei broker che dispongono di una gamma di informazioni molto aggiornata, sia in ambito didattico (corsi, webinar, ebook, ecc.), sia in ambito di news su analisi tecnica e fondamentale.

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • Binarium
    Binarium

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Like this post? Please share to your friends:
Come scegliere un broker di opzioni binarie
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: