Bassa volatilità, come operare – Opzioni Binarie

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • Binarium
    Binarium

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Bassa volatilità, come operare

Uno dei momenti piuttosto drammatici per operare con le opzioni binarie, ma anche in qualsiasi altro tipo di operazione finanziaria, è quando si verifica una bassa volatilità e questo capita in determinate circostanze ma soprattutto negli orari morti dove magari è aperto solo un mercato come quello australiano o giapponese. Quindi cosa fare? Meglio lasciare perdere e operare in un altro momento oppure operare lo stesso? I più cauti magari lascerebbero perdere ma i più temerari invece che non vogliono perdersi neanche un momento per fare trading? Beh se siete davvero così impazienti di operare anche nei momenti di bassa volatilità posso dirvi che esiste una soluzione per questo sfruttando le opzioni Pair.

Le opzioni Pair

In un nostro precedente articolo vi avevamo già parlato di che cosa è un’opzione Pair ma per i più deboli di memoria vi faccio un piccolo riassunto. Un opzione Pair (o opzione di coppia) non è altro che un tipo di opzione binaria dove si mettono in relazione 2 coppie di titoli diversi e bisognerà prevedere se il rapporto di questi titoli aumenterà o diminuirà ad una scadenza prestabilita. Esistono 2 tipi di opzioni Pair: fissa e fluttuante. Le opzioni Pair fisse si basano su un rendimento fisso già stabilito all’origine, mentre le opzioni Pair fluttuanti hanno invece un rendimento variabile che cambia in base all’andamento dei titoli.

In un prossimo articolo vedremo come applicare una strategia sulle opzioni binarie sfruttando le opzioni Pair.

Il coefficiente Beta: volatilità di un titolo

Il coefficiente Beta è una misura per quantificare quanto può essere volatile un titolo in rapporto al mercato: generalmente, il titolo viene confrontato con lo Sandard&Poor 500. Ma come si può facilmente comprendere e conoscere il coefficiente Beta? È semplicemente un modo per misurare quanto rischioso sia l’investimento o lo stock:

. se il titolo ha un beta di 1,0 significa che il titolo sale e scende esattamente quanto il mercato

. se beta è superiore a 1,0 e quindi ha oscillazioni più ampie, su e giù, rispetto al mercato

. se il beta di un titolo è inferiore a 1,0 i suoi alti e bassi sono minori della crescita generale del mercato.

Una versione beta alta o bassa non è né buona né cattiva.

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • Binarium
    Binarium

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Il coefficiente Beta consente di determinare se un titolo è troppo rischioso, troppo conservatore ed il livello di tolleranza di un rischio: è indispensabile quando si acquista un titolo prendere in considerazione la capacità di gestione del rischio. Esemplificando: si guardi uno stock con coefficiente Beta 2.35. Il prezzo di questo stock ha maggiore volatilità rispetto all’indice S&P 500. Questo, non determina se il titolo è un investimento “buono” od un investimento “cattivo”, afferma esclusivamente che si può muovere più violentemente rispetto al mercato in generale. Senza dimenticare che maggiore volatilità vuol dire maggiore rischio.

Volatilità?Ma cos’è e cosa rappresenta? Capita spesso che sui mercato vi sia incertezza e che aumenti la cosiddetta volatilità: ovvero una fluttazione più accentuata delle quotazioni. I trader più esperti approfittano di questo con negoziazioni veloci oppure stanno fermi rimanendo “in hold”, ovvero tenendo una posizione appesa sino a quando non si concretizza un trend che indichi se continuare nella stessa posizione, ampliarla o chiuderla. Il rischio della volatilità è che questa arriva a livelli molto alti ed andare oltre le aspettative.

Non operare se…

Con questo articolo vorrei darvi alcuni consigli che vi aiuteranno a capire quali sono i momenti in cui non bisognerebbe effettuare nessuna operazione sulle operazioni binarie e quali potrebbero essere gli asset da evitare.

Alcuni traders, soprattutto quelli della domenica o abituati a giocare alla roulette, operano a destra e a manca su qualsiasi asset e in qualsiasi orario della giornata senza preoccuparsi di quello che stanno facendo e su che tipo di asset stanno piazzando un’opzione. Volete essere anche voi dei traders della domenica? No? E allora seguite questi piccoli e semplici suggerimenti.

Se vi ricordate che cosa è l’analisi fondamentale allora capirete che i prezzi a seconda di alcune notizie che vengono rilasciate potrebbero prendere una determinata piega o meno. Ecco quindi uno dei momenti in cui non bisogna assolutamente piazzare nessuna opzione ovvero durante o subito dopo il rilascio di una notizia. Questo perché la conseguenza del prezzo potrebbe essere imprevedibile quindi il consiglio è quello di aspettare un po’ di tempo prima di operare e cercare di capire bene quale direzione prenderà il prezzo. Se ad esempio sapete che in un determinato giorno ci sarà un’assemblea o un comunicato stampa da parte di FCA non fate nulla fino al termine del comunicato e continuate a non fare nulla anche dopo il comunicato fino a quando non riuscite a capire la reale direzione che prenderà il prezzo. In questo modo eviterete brutte sorprese. Infatti non è detto che una notizia faccia salire o scendere un prezzo come previsto in oltre i traders nel rilascio delle notizie sono piuttosto concitati. Quindi mi raccomando calma e gesso!

Un altro consiglio riguarda alcune valute che bisogna assolutamente cercare di evitare ovvero tutte quelle con il franco svizzero CHF e anche quelle con la moneta giapponese YEN. Il Franco svizzero vi assicuro che è una delle monete più imprevedibili che possano esserci ed è molto volatile, in pochi istanti il prezzo potrebbe crollare o salire. Infatti mi ricordo in una mia vecchia esperienza passata in cui dopo attenti miei studi avevo previsto che il prezzo EUR/CHF sarebbe sceso ma invece dopo neanche un secondo ha preso la piega opposta cominciando a salire addirittura anche di 2 o 3 Euro, mi ricordo che quella era stata una giornata incredibile dove tutti i trader erano rimasti piuttosto perplessi me compreso avendo perso un bel po’ di euro. Quindi a meno che non siate dei veri esperti è meglio evitare la valuta CHF. Anche per quanto riguarda lo YEN il discorso è lo stesso siccome si tratta di una moneta piuttosto imprevedibile siccome nel mercato giapponese c’è spesso confusione.

Ancora un altro consiglio è quello di evitare gli orari di poco mercato. Voi andreste mai a comprare in un mercato dove ci stanno poche bancarelle? Di sicuro no. E infatti allora cercate di non operare durante gli orari morti in cui sono aperti pochi mercati. Questo perché i prezzi avranno una bassa volatilità e potrebbe anche capitare che rimangano fissi per diverso tempo senza mai muoversi, quindi sarebbe inutile piazzare opzioni in questi momenti della giornata. Cercate quindi di darvi uno sguardo agli orari di apertura del mercato mondiale ed evitate gli orari in cui è aperto un solo mercato. Ad esempio dalle ore 23 fino a mezzanotte (ora italiana) è aperto soltanto il mercato di Sydney, io vi sfido nel piazzare un’opzione e sperare che un asset salga anche solo di mezzo punto in mezzora, operare durante questo orario sarebbe un suicidio oltre che una perdita di tempo quindi fatevi furbi!

Spero che questi consigli potranno ritornarvi utili, liberi di non seguirli ma in questo caso non mi assumo nessuna responsabilità nel caso in cui vedrete il vostro portafoglio con le lacrime!

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • Binarium
    Binarium

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Like this post? Please share to your friends:
Come scegliere un broker di opzioni binarie
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: