Borsa da Pechino arriva la spinta ai mercati

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • Binarium
    Binarium

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Borsa: da Pechino arriva la spinta ai mercati

I movimenti delle borse sono emblematici, riflettono in maniera speculare l’andamento delle politiche finanziarie dei vari paesi. In questo momento a fare il bello e il cattivo tempo c’è la Cina.

Il colosso asiatico per antonomasia è stato protagonista di un forte rallentamento dell’economia che ha gettato nel panico il Vecchio Continente e l’America visto che da entrambi queste porzioni di mondo nascevano tantissimi asset con Pechino.

Il rallentamento dell’economia cinese ha influito negativamente anche sulle borse, fino a quando, il primo ministro di Pechino non ha dichiarato che per il suo paese non sarà tollerabile un andamento del prodotto interno loro più basso del 7 per cento.

Poche parole che hanno dato subito nuova linfa agli scambi. La borsa di Tokyo, per esempio, ha guadagnato subito lo 0,8 per cento e c’è stato un avvio positivo anche per le tutte le borse europee. Considerando nello specifico la posizione di Piazza Affari, si nota uno spread fermo intorno ai 275 punti. La soglia critica dei 300 punti base si allontana man mano che arrivano rassicurazioni anche dal Portogallo.

Sul fronte valutario da un lato troviamo il dollaro in una fase di decrescita slegata dall’andamento di Wall Street e dall’altro troviamo l’euro fermo poco al di sotto dell’1,32. Per quanto riguarda le materie prime, nonostante le previsioni dell’ultima ora, si confermano dati molto positivi per il petrolio e per l’oro.

Tag: borse

Mercati: deboli per colpa della Siria

Ancora una volta una questione internazionale come quella siriana incide sulla stabilità delle borse. In questo momento a soffrire è soprattutto il mercato delle materie prime e la finanza del…

di Luigi Boggi – 30 Agosto 2020

Mercati: la Siria spaventa tutti

I mercati globali, in questo momento, stanno risentendo della decisione degli Stati Uniti d’intervenire al più presto in Medioriente. Gli States, intanto lanciano l’allarme sul tetto del debito che potrebbe…

di Luigi Boggi – 27 Agosto 2020

Borsa: la questione delle banche centrali

Le banche centrali, un po’ come le agenzie di rating, sono finite nell’occhio del ciclone della finanza perché con il loro atteggiamento prolungato nel tempo, hanno finito per danneggiare, anziché…

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • Binarium
    Binarium

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

di Luigi Boggi – 5 Agosto 2020

Borse: la spinta di BCE e FED

Le banche centrali, con il loro modo di definire la politica, possono influenzare parecchio i mercati. E’ successo ad esempio che le borse europee fossero tanto ansiose di conoscere quel…

di Luigi Boggi – 31 Luglio 2020

Borsa: da Pechino arriva la spinta ai mercati

I movimenti delle borse sono emblematici, riflettono in maniera speculare l’andamento delle politiche finanziarie dei vari paesi. In questo momento a fare il bello e il cattivo tempo c’è la…

di Luigi Boggi – 23 Luglio 2020

IT: la nuova sfida di FB ha impatto sul titolo?

Per la prima volta dopo tanti anni, il fondatore di Facebook si lamenta pubblicamente, o meglio durante l’assemblea dei soci, di come stanno andando le cose a livello finanziario. In…

di Luigi Boggi – 21 Giugno 2020

Cosa traina le borse? Il settore del lusso

Il trading optionary consente di fare frequenti incursioni nel settore borsistico. È vero che lavorare con le opzioni binarie riduce i rischi dell’investitore ma è anche vero che per ottenere…

di Luigi Boggi – 24 Dicembre 2020

Dati lavoro USA: le borse in subbuglio

E’ fondamentale per chi investe in opzioni binarie, essere sempre preparato sul contenuto dei nuovi rapporti ufficiali che dettagliano quel che sta succedendo a livello economico e finanziario nei vari…

di Luigi Boggi – 16 Novembre 2020

24 ottobre: uno sguardo alle borse

Le opzioni binarie sono direttamente collegate all’oscillazione degli indici nel mercato finanziario. Per questo, per dare una mano agli investitori, vi proponiamo uno sguardo a volo d’uccello sulla situazione delle…

di Luigi Boggi – 24 Ottobre 2020

Piazza Affari, lo spread, Telefonica e Tokyo

Nella giornata di ieri è stato evidente che a caratterizzare gli scambi ha contribuito in modo deciso la pubblicazione dei dati trimestrali di Goldman Sachs che centra l’obiettivo della chiusura…

di Luigi Boggi – 17 Ottobre 2020

Opzioni binarie 60 secondi: cosa sapere

di Valentina Cervelli

Opzioni binarie vietate: tiriamo le somme

di Valentina Cervelli

Opzioni binarie, gli indicatori più importanti per principianti

di Valentina Cervelli

Trading: 24Option sospesa da Consob in Italia

di Valentina Cervelli

Opzioni binarie, Bande di Bollinger e Oscillatore RSI

di Valentina Cervelli

OpzioniBinarieLive is part of the network IsayBlog! whose license is owned by Nectivity Ltd.

Managing Editor: Alex Zarfati

OpzioniBinarieLive è un sito esclusivamente divulgativo e non può essere ritenuto responsabile degli investimenti effettuati dagli utenti.

Previsioni andamento borse: fino a quando i mercati scenderanno?

L’emergenza coronavirus manda a picco i mercati: cresce la paura per una recessione globale di vasta portata

Il crollo dei mercati mondiali a causa dell’emergenza coronavirus sembra essere inarrestabile. Tutti gli asset sono in ribasso e l’impressione è che gli investitori stiano adeguando i prezzi al rischio di una recessione di portata globale. In questo contesto, un numero crescente di traders ha già iniziato ad interrogarsi sul futuro chiedendosi fino a quando i mercati scenderanno e quando sarà possibile assistere ad una ripartenza.

Al centro di questo post, c’è appunto questa domanda: quando finirà il crollo delle borse e dei mercati? L’interrogativo non riguarda una piazza nello specifico poichè è ovvio che, al punto in cui si è arrivati, tutto sia interconnesso e il rischio non è più quello di una recessione limitata ad un solo paese (ad esempio alla sola Cina, in virtù del fatto che Pechino ad oggi è la più colpita dall’epidemia; o alla sola Italia a causa del progressivo allargarsi dell’emergenza nel nostro paese), ma di un crollo mondiale dell’economia.

Prima di scendere nel dettaglio della guida, voglio precisare un aspetto. Il fatto che le borse siano in forte correzione da almeno una settimana, non significa che sia meglio ritirare i soldi dal proprio portafoglio e magari metterli sotto al materasso. Al pari di tutti gli eventi drammatici, anche ai tempi del coronavirus è possibile investire.

Ad esempio nell’articolo come investire su Borsa Italiana ai tempi del coronavirus è toccato proprio questo punto.

Approfitto per ricordare che per investire sui mercati in questa fase così delicata un’ottima strada è quella del CFD Trading. Utilizzando i Contratti per Differenza puoi scommettere anche su un ribasso delle quotazioni. ti basta, infatti, aprire una posizione short. Importante è scegliere per operare solo i migliori broker Forex e CFD.

Ad esempio puoi scegliere eToro che ti fornisce anche la comoda demo gratuita per imparare ad operare senza correre il rischio di perdere denaro reale.

>>>Apri un conto demo eToro: è gratuito

Previsioni borse coronavirus

Le ultime previsioni sull’andamento delle borse risentono degli aggiornamenti non positivi sullo stato di diffusione della pandemia di coronavirus. Oramai è emergenza in tutto il mondo ma, quello che più conta dal punto di vista finanziario, è che sperare in una cura o in un vaccino in tempi brevi è da folli. Le tempistiche della medicina, infatti, sono particolarmente lunghe e, nella migliore delle ipotesi, una cura non potrà arrivare prima di un anno.

Cosa significhe questo è facile da immaginare: l’economia mondiale sarà sottopressione ancora per molto tempo con conseguenze che potranno essere devastanti .

Crisi economica significa crisi finanziaria e quindi netta prevalenza delle tensioni sui mercati ancora per molto tempo.

Gli scenari possibili sono essenzialmente due:

  • Lo scenario migliore vede un miglioramento della situazione nel giro di 2 o 3 mesi con conseguente chisuura di tante piccole aziende che però, una volta passata l’emergenza, potreebbero ripartire nel giro di 6-9 mesi grazie alla liquidità immessa nel sistema.
  • Lo scenario peggiore vede il fallimento di numerose banche e quindi il conseguente massiccio intervento delle banche centrali. Sarebbe questo uno scenario terribile anche alla luce della spinta inflazionistica che si potrebbe generare.

Nonostante anche lo scenario migliore non sia affatto positivo non è detto che la sola reazione possibile sia quella di scappare dai mercati e depositare la liquidità sul conto corrente.

Comprare azioni italiane durante il coronavirus è un’opzione da prendere in considerazione agendo, ovviamente, con le giuste precauzioni.

Del resto siamo in una fase in cui anche molti asset sicuri, come ad esempio l’oro, hanno registrato ribassi molto consistenti a causa proprio del panico che caratterizza i mercati.

Come se non bastasse, poi, anche la quotazione petrolio ha sbandato a causa della guerra dei prezzi tra Russia e Arabia Saudita. Il valore del greggio, infatti è crollato fino a 20 dollari al barile come si può vedere dal grafico sottostante.

Segnali positivi sul petrolio sono poi arrivati i primi giorni di aprile grazie alla discesa in campo di Trump. Il presidente americano ha detto chiaramente che, in questo momento, una guerra dei prezzi non fa altro che aggiungere benzina sul fuoco a causa dell’emergenza Covid-19 in atto in tutto il mondo.

Presto quindi il prezzo del petrolio potrebbe tornare a salire e proprio questo movimento potrebbe essere l’occasione per recuperare parte del denaro perso. Per investire al rialzo sulla quotazione petrolio si può operare attraverso il CFD Trading per esempio usando il broker IQ Option che offre 10.000 euro virtuali per fare pratica con la demo.

Coronavirus e mercati: la previsione di Roubini

Il noto economista e professore della New York University, Nouriel Roubini, in una intervista rilasciata la scorsa settimana a Der Spiegel, ha affermato che l’azionariato globale potrebbe registrare un crollo compreso tra il 30 e il 40 per cento nel corso del 2020. Questa previsione così pessimista nasce dall’andamento fortemente negativo che ha caratterizzato i mercati Usa nel mese di febbraio. L’indice S&P 500, infatti, ha perso ben il 13 per cento rispetto ai livelli record raggiunti ad inizio mese ed è entrato ufficialmente in correzione. Il principale indice della borsa americana ha chiuso il mese di febbraio con un calo dell’8 per cento.

Dinanzi a questa situazione il consiglio di Roubini è quello di puntare i soldi sul cash e sui titoli governativi sicuri.

Vivo a New York e la gente qui va a mala pena nei ristoranti, al cinema o a teatro, anche se nessuno è stato infettato dal virus finora. Se arriva, siamo totalmente f***ed” ha concluso il professor Nouriel Roubini esortando gli investitori a proteggere i soldi contro un crash” perchè prevenire è meglio che curare.

Fino a quando le borse crolleranno?

Le previsioni di Roubini non sembrano lasciare spazio a dubbi: la tensione sui mercati è destinata a restare molto a alta a lungo. Tra l’altro alla fine della scorsa settimana, la fiducia degli investitori, come dimostrato dall’andamento dell’indice VIX, ha subito un brusco calo e, arrivati a questo punto, sono in tanti a pensare che servirà davvero molto tempo per recuperare i livelli di fiducia di un mese fa.

Bisogna quindi prendere atto che la crisi è solo all’inizio e che i mercati continueranno a crollare? Mentre le previsioni sull’andamento dell’economia diventano via via sempre più negative, gli analisti di Goldman Sachs hanno provato a fare i conti con l’impatto dell’emergenza coronavirus sui mercati finanziari.

Quelle di seguito riportate sono le previsioni sull’andamento dei mercati mondiali a seguito dell’emergenza coronavirus. Si tratta delle prime stime che inglobano gli effetti dell’epidemia in atto. Tutte le precedenti previsioni, per intendersi quelle elaborate alla fine del 2020 sul 2020, sono da intendersi come superate. Nessuna di quelle stime, infatti, includeva l’emergenza coronavirus come si può vedere nei seguenti due post:

Secondo l’analisi condotta da Goldman Sachs è meglio non comprare ancora le azioni che hanno registrato un ribasso. Inoltre è anche consigliabile prepararsi ad un possibile crollo degli utili delle società americane per tutto il 2020. Venendo ai numeri gli analisti si attendono che l’S&P 500 possa scendere fino a 2.900 punti nel breve termine. Questa previsione conferma la sensazione che si respira sui mercati in merito al possibile scoppio di una bolla.

Non tutto però è destinato a durare in eterno. Infatti Goldman Sachs ritiene che l’indice possa rimbalzare a quota 3.400 entro la fine dell’anno.

L’esperto David Kostin, analizzando le differenze esistenti tra il rendimento degli utili e il rendimento del Tesoro USA a 10 anni, ha evidenziato un -6,99 per cento ovvero una differenza di 427 punti base contro une media a lungo termine a lungo termine di 230 punti base. E’ ipotizzabile che un peggioramento dell’emergenza possa portare questo divario a 500 punti base. Tale scenario si sviluppa sulla base di tale situazione di partenza: rendimento delle obbligazioni in calo all’1, rapporto prezzo / utili a termine di 16,7 volte e indice S&P a 2.900.

Come già anticipato nella premessa, le previsioni di Goldman Sachs sono negative anche per quello che riguarda gli utili. Nel 2020 non ci dovrebbe essere alcuna crescita degli utili societari. In particolare gli analisti hanno tagliato l’utile per azione 2020 a 165 dollari da 174 dollari e l’utile per azione 2021 a 175 dollari da 183 dollari.

Previsioni così nera nascono da una sola consapevolezza: la catena di approvvigionamento Usa Cina è saltata in aria a causa dell’emergenza coronavirus.

Se gli Usa dovessero finire in recessione a causa dell’epidemia, allora i guadagni delle società dell’indice S&P 500 potrebbero perdere ben il 13 per cento nel 2020.

Come ho già anticipato in precedenza, il fatto che le previsioni indichino un ulteriore ribasso dei mercati a causa del coronavirus, non è un problema per chi investe attraverso il CFD Trading. I Contratti per Differenza, infatti, ti permettono di operare al ribasso aprendo posizioni short. Se scegli il broker eToro per investire su azioni e indici attraverso i CFD, ha un vantaggio in più: eToro non applica commissioni nel trading sulle azioni.

Puoi investire in azioni usando eToro anche in modalità demo. Ti basta cliccare sul link sottostante.

Fino a quando i mercati crolleranno?

Accanto agli analisti di Goldman Sachs, anche gli esperti di Citi hanno provato a capire fino a quando i mercati crolleranno. Secondo gli analisti prima di assistere ad una ripartenza ci sarà certamente un ulteriore peggioramento. Secondo lo strategist Hale non è quindi da escludere che la V-recovery possa non realizzarsi nel caso in cui COVID-19 sia destinato a diventare realmente globale. In una situazione simile, le prossime riunioni del Federal Open Market Committee sono destinate a diventare centrali. Ricordiamo che la V Recovery è quella situazione in cui la brusca contrazione economica è seguita da una ripresa rapida.

Secondo Citi non è da escludere che ci voglia ulteriore inasprimento delle condizioni finanziarie per spingere la FED a scendere in campo.

Cosa comprare per difendersi dal coronavirus

Premesso che capire fino a quando i mercati scenderanno non è affatto semplice perlomeno in questa fase, Goldman Sachs consiglia di puntare sui titoli difensivi, i soli capaci di reggere in una fase di recessione. E’ in quest’ottica che gli esperti hanno tagliato a neutral il rating sul settore immobiliare e hanno abbassato quello sulle utility da neutrale al sottopeso. Viceversa il rating sugli industriali è passato da neutrale a sovrappeso.

Fino a quando i mercati scenderanno? Gli indici migliori

Nella tabella seguente sono indicati, in tempo reale, quelli che sono i migliori indici di borsa. Queste informazioni possono essere molto di aiuto per capire fino a quando i mercati caleranno.

Dopo il crollo, rimbalzo a V dei mercati?

Secondo Filippo Lanza – gestore del fondo HI Numen Credit Fund di Hedge Invest Sgr – non si può escludere che il violento crollo dei mercati possa essere seguito da una succsesiva rapida ripartenza. La cosiddetta ripresa a V sarebbe possibile solo se l’emergenza coronavirus dovesse rallentare.

Certamente, e qui non si può dare torto a Lanza, il cigno nero è l’evento che il mercato voleva evitare ad ogni costo e che invece è arrivato.

Un’epidemia è un evento improvviso che è impossibile da modellare e al tempo stesso è ingestibile per i gestori passivi.

Secondo l’esperto tutti si augurano che il virus possa diventare meno pericoloso magari con la salita delle temperature. Se così dovesse essere ci potrebbe essere un brusco rimbalzo che si tradurrebbe in una straordinaria opportunità di acquisto.

Il rimbalzo a V può essere l’occasione per realizzare ottimi profitti. Per prepararsi a questo scenario il consiglio è quello di scegliere uno strumento di investimento agile come il CFD Trading. I Contratti per Differenza replicano l’andamento del sottostante e sono quindi l’ideale per fare speculazione in modo rapido.

Per approfittare del possibile rimbalzo a V dei mercati attraverso il CFD Trading, suggeriamo di utilizzare solo i migliori broker come ad esempio eToro.

Ricordiamo che prima di investire con eToro è sempre consigliabile fare pratica con il comodo conto demo che puoi aprire cliccando sul link sotto riportato. In questo modo potrai imparare ad investire senza correre il rischio di perdere denaro reale.

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • Binarium
    Binarium

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Like this post? Please share to your friends:
Come scegliere un broker di opzioni binarie
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: