Broker significato e definizione termine italiano broker cos’è

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • Binarium
    Binarium

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Broker significato e definizione termine italiano: broker cos’è [Guida 2020]

In questa guida parleremo di cos’è broker significato e soprattutto a cosa serve.

Sapere il broker significato è importante perché oggi investire nei mercati finanziari è più facile e semplice proprio grazie a delle piattaforme che offrono l’accesso diretto alle maggiori borse mondiali.

Ma cos’è il trading online e cos’è un broker finanziario?

Il trading online è un termine che è stato inventato per indicare tutte quelle attività di investimento che sono fatte tramite internet e un PC.

L’avvento di internet ha reso l’accesso alle borse molto popolare e tutto tramite un computer e una piattaforma possono accedervi direttamente.

La facilità di accesso alle borse anche alla clientela privata e non solo ai professionisti ha però aumentato anche il rischio di fare errori e di perdere il proprio denaro.

I risparmi sono molto importanti e vederli sfumare a causa di piattaforme non regolamentate o a causa di truffe è un pericolo da non sottovalutare.

Per questo motivo è importante affidarsi a piattaforme regolamentate e con licenza e soprattutto a broker regolamentati che offrano servizi di analisi e segnali del mercato affidabili oltre che potenzialmente vincenti.

Da ricordare che questo periodo economico è caratterizzato da bassi tassi di rendimento sia per i conti deposito che per conti bancari e obbligazionari.

Motivo in più per affidarsi solo a broker affidabili.

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • Binarium
    Binarium

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Da qui parte il vero broker significato e cioè si parla di piattaforme che possano indicare correttamente le previsioni di mercato e le quotazioni in modo corretto.

Ovviamente è importante ricordare che si parlano sempre di previsioni potenziali e nessuno, purtroppo, è ancora in grado di sapere in anticipo l’andamento di un asset o di un mercato.

Chiunque affermi di avere la certezza matematica di farti guadagnare è un truffatore e la lista completa delle truffe esposte aggiornate le trovi qui .

Andiamo dunque ad analizzare cosa significa broker, cos’è e cosa fa nel dettaglio.

Prima di passare avanti tieni sempre in considerazione che seguire un percorso di studio nel trading è molto importante se non addirittura fondamentale.

Non perdere l’occasione di approfondire e migliorare le tue conoscenze.

Continua a leggere!

Ecco qui sotto l’elenco dei temi di cui parleremo e gli approfondimenti.

Broker cos’è?

La definizione del termine broker ha origine in Paesi parlanti lingua inglese e se lo traduciamo in italiano, il broker significato è intermediario.

I broker non solo sono attivi nel trading online, ma operano in molti settori dove si investe denaro e si effettua compravendite.

Famoso anche in Italia è il termine broker per quando riguarda le assicurazioni, l’invio di merci all’estero e soprattutto nelle compravendite delle case o appartamenti.

Il broker finanziario è un intermediario che aiuta il suo cliente a operare sui mercati finanziari e a comprare o vendere titoli come azioni o asset in generale per generare un profitto.

Come dicevamo molto spesso i neofiti o operatori chiamato anche trader alle prime armi, finiscono per perdere i soldi o a causa dell’inesperienza o perché sono caduti in mano di aziende non regolamentate senza scrupoli truffa.

Proprio per questa ragione abbiamo voluto creare questa guida per spiegare quelle che sono i rischi, ma anche i potenziali profitto se ci si affida alle migliori piattaforme di trading con licenza Europea.

Qui sotto potrai trovare la tabella con le piattaforme più popolari e e regolamentate.

trading online senza deposito

Opinioni Broker Vantaggi Licenza Deposito minimo
Conti NO ESMA, bonus MiFID, Banca d’Irlanda, CONSOB 250€
un eBook gratis senza deposito + demo CySEC 100€
ebook e guida gratis CySEC copia trading e demo gratis CySEC 5 ebook + demo gratis CySEC Segnali di trend nella APP mobile CySEC 10€

Broker significato e definizione di broker finanziari

In questa guida analizzeremo soprattutto il broker significato in termini finanziari e l’operato delle piattaforme che si dedicano ad essere intermediari per il trading online.

Importante sottolineare che ci sono diversi tipi di broker cioè di intermediari.

Puoi trovare quelli che fanno il mercato e cioè sono i cosiddetti Market Maker e le piattaforme ECN di cui abbiamo parlato anche qui .

Le tipologie di broker sono nello stesso tempo uguale ma anche diverse per quanto riguarda le commissioni e l’operatività.

Il broker ECN lavora spesso con le banche e addebita una commissione fissa più lo spread (differenza tra prezzo di acquisto e di vendita di un bene o asset).

Ci sono diversi tipi di broker ECN e uno dei più conosciuti è per esempio Instaforex (clicca qui per le recensioni e opinioni degli italiani) .

Il broker Market Maker o MM invece opera in modo diretto e permette di utilizzare i contratti per differenza per investire sui mercati finanziari.

Ci sono molti broker e molte piattaforme sia bancarie che specializzate nel trading online.

L’importante è sempre affidarsi a piattaforme veloci nell’inserimento degli ordini e puntuali nei pagamenti e prelievi.

Oggi i broker che operano sui mercati regolamentati sono molto popolari e permettono a tutti di investire in modo diretto sui mercati.

Ricordiamo che la regolamentazione è molto importante e che l’ESMA cioè l’ente di regolamentazione europeo ha messo dei paletti importanti per limitare il rischio.

Soprattutto la leva finanziaria è stata ridotta.

È un moltiplicatore del tuo capitale.

Permette cioè di investire sui mercati con un capitale maggiore.

Da fare attenzione è quando un broker non regolamentati di offre leve elevate come 1:1000.

Ricorda che una leva elevata potrebbe potenzialmente farti guadagnare cifre elevate a partire da pochi Euro, ma anche farti perdere tutto in pochi secondi se il mercato va contro la direzione della tua previsione.

E quindi cosa sono i contratti per differenza e come posso usarli per investire sui mercati finanziari?

Un contratto per differenza è un derivato finanziario che replica esattamente l’andamento del prezzo dell’asset sottostante.

Ma quali sono i vantaggi di investire sul contratto e non sull’asset in modo diretto magari in banca?

Oltre al fatto che con i CFD si risparmiano molte commissioni di intermediazione, dato che i broker CFD non applicano commissioni, il vantaggio sta nella possibilità di applicare la leva finanziaria, di poter moltiplicare i guadagni e di operare anche con le vendite allo scoperto, cioè in ribasso. Sia nel caso in cui il valore dell’asset aumenti, sia nel caso in cui esso diminuisca.

Questo è forse uno dei motivi per cui moltissimi scelgono di operare con i broker CFD piuttosto che con le piattaforme bancarie come Fineco , Hello Bank o Binck Bank .

Tra i broker più popolari che offrono il trading con i Contratti per Differenza si possono trovare Trade.com , Investous , IQ Option e AVATrade .

In linea di massima i migliori broker attualmente in circolazione sono quelli Market Maker, perché offrono moltissimi asset e doversi mercati come anche le criptovalute , mercato altamente emergente.

E quindi cosa significa Market Maker?

Il broker fornisce una piattaforma di trading ed esegue tutti gli ordini che arrivano dal trader.

Il broker market maker è anche un dealing desk.

Ma cosa significa dealing desk?

Dealing deal significa che un broker può fare un requote, cioè proporre un prezzo leggermente differente quando il cliente lo inserisce a mercato.

Questo è dovuto soprattutto a causa della volatilità e cioè dell’estremo cambio di quotazioni dovuto ad un’eccessiva immissione di ordini in quel particolare mercato.

La riquotazione funziona così: il trader vuole entrare nel mercato con il prezzo corrente su euro-dollaro pari a 1,10; il broker si rifiuta e propone al trader un nuovo prezzo 1,1010.

La posizione sarà dunque sfavorevole per il cliente di 10 pips o punti.

Occorre quindi evitate di operare durante sessioni ad alta volatilità causate specialmente all’uscita di notizie finanziare o cambiamento non previsti di tassi di interesse sul denaro.

L’emozione di operare sui mercati finanziari è sempre palpabile e per questo motivo è una delle attività più popolari tra gli investitori.

Andiamo ora a vedere come si fa a diventare un broker, aspetto molto interessante.

Come diventare broker finanziario

Moltissimi film hanno creato interesse nei giovani sul mestiere del broker finanziario.

Ricordiamo 2 film tra i più conosciuti come Wall Street e il Lupo di Wall Street recitato da DiCaprio.

Quello che tutti si sono domandato è: come faccio a diventare un broker?

Come faccio a fare tanti soldi come ha fatto il lupo di Wall Street Jordan Belfort ?

Ovviamente bisogna partire da una buona base culturale e se sei giovane è sempre meglio partire da un corso di laurea universitario per diventare broker, come quello di Economia e nello specifico di quello con indirizzo di mercati valutari e mobiliari.

Puoi anche rivolgerti a corsi post l’idea come un Master in Business Administration o altri corsi specializzati.

L’importante è non smettere mai di studiare e di imparare.

Ci sono per esempio molto broker che offrono corsi specializzato come il corso di trading di Investous (clicca qui per il corso gratuito) .

Non dimentichiamo poi che la conoscenza dell’inglese è importante se si vuole operare sui mercati internazionali.

Ci sono molti mercati emergenti soprattutto quello asiatico e quello legato alle criptovalute come il Bitcoin.

Lo studio e e l’applicazione di quello che si è imparato è molto importante.

Ovviamente lo studio non è solo l’unico fattore importante.

Il broker significato è determinato anche da termini come intuizione e intraprendenza.

Non basta aver studiato, occorre anche una buona dose di fiuto per capire quali mercati sono in movimento e quali stanno per salire o perdere valore.

Cos’è un broker e un mediatore: differenze

Non bisogna confondere il temine di broker con quello di mediatore.

Paiono due termini molto simili, ma in realtà i mercati di riferimento sono diversi.

Il primo è un professionista in grado (o almeno si spera) di scovare informazioni importanti sui mercati e può rappresentare una delle due parti in causa: vale a dire da un lato l’acquirente e dall’altro il venditore.

Con il termine mediatore invece si considera colui che aiuta ad effettuare una vendita o acquisto come quello che avviene nel settore immobiliare.

Il mediatore o broker immobiliare aiuta un proprietario a piazzare la propria casa e aiuta anche un potenzialmente compratore ad effettuare l’acquisto.

Meglio poi distinguere anche un broker da un rappresentante, in quanto quest’ultimo rappresenta appunto il cliente in tutto e per tutto.

Agendo in nome e per conto di un committente.

Un broker quanto guadagna?

Tutti si chiedono quanto può guadagnare un broker.

Ne abbiamo anche parlato quando abbiamo esaminato quali sono i trader e broke più ricchi e bravo qui.

Difficile dire una cifra per quanto riguarda un salario mensile di un broker.

Sbagliato di certo è dire che facendo il broker si diventa milionari.

Nulla di più sbagliato.

Anche perché. Soprattutto agli inizi si è alle dipendenze di società di investimento e si ha spesso un salario fisso con provvigioni.

Di certo gli esempi riportati dai film americani non aiutano a fare esempi trasparenti.

Quelli cono casi eclatanti ed eccezionali.

Norman lent molto probabilmente un broker esperto può incassare più di 200 mila euro all’anno.

Ma in questo caso è più facile parlare di gestori di conti e di gestori di fondi di investimento.

Se un giorno decidessi di diventare un broker finanziario ricorda che ti sentirai come un pesciolino in un enorme oceano dove ci sono moltissimi pescecani pronti a mangiarti.

L’onesta prima di tutto come anche l’essere trasparenti davanti ai clienti.

Basta un passo falso e si può vedere la propria reputazione buttata alle ortiche.

Diventa quindi fondamentale aggiornarsi continuamente come con il corso di trading fornito gratis da Investous (clicca qui per registrarti al corso) .

Quali sono i migliori broker?

Detto cos’è e cosa fa un broker, vediamo quali sono i migliori broker per il trading online.

Trade.com

Partiamo da Trade.com (clicca qui per il sito ufficiale) , un broker CFD per il trading online considerato diffusamente affidabile e sicuro.

La società che gestisce questa piattaforma è Trade Capital Markets (TCM) Limited, non a caso autorizzata e regolamentata dalla Cyprus Securities and Exchange Commission, massima autorità di vigilanza europea.

Non prevede commissioni, spese fisse, offre spread bassissimi per tutti gli asset che si possono scambiare.

Asset che peraltro sono molti: forex, materie prime, azioni, indici.

Prima di investire soldi veri, consente di provare con una demo virtuale gratuita, illimitata e senza vincoli.

Anche per chi non ha ancora depositato soldi reali.

Investous

Investous (clicca qui per il sito ufficiale) è considerato uno dei miglior broker di trading CFD in assoluto, una forma di investimento molto diffusa tra i principianti per la suddetta estrema facilità.

Possiede la licenza della succitata CySEC.

Si contraddistingue per i suoi webinar (seminari online) molto ben fatti.

Infine, regala a tutti gli iscritti un esclusivo servizio di analisi e di segnali di trading , cioè notifiche di trading, elaborati da istituti molto importanti di analisi dei mercati finanziari e sono distribuiti gratuitamente a tutti gli iscritti.

Devono essere presi a titolo informativo e non come incitamento all’investimento.

IQ Option

IQ Option (clicca qui per il sito ufficiale) è un broker molto rinomato, che consente di operare in maniera facile e sicura.

Anche qui gli asset sono molti: forex, materie prime, azioni, bitcoin.

IQ Option è registrato anche dall’autorità garante di vigilanza italiana: la CONSOB.

Questo broker si lascia preferire sia dai professionisti navigati che dai trader alle prime armi.

Ricordiamo che attualmente è l’unico broker che offre le opzioni FX regolamentate ESMA in Europa.

È molto conveniente perché gli spread sono sempre vantaggiosi.

Prevede corsi di formazione online.

Instaforex

E si contraddistingue soprattutto per la funzione social trading: è possibile infatti copiare i trader più bravi, i quali mettono a disposizione dei sottoscrittori tutto il flusso delle loro operazioni.

L’utente potrà sceglierli visionando i rendimenti passati, così da optare per quelli che garantiscono quelli più alti.

In questo modo, i trader meno esperti possono guadagnare subito ed imparare più velocemente.

Oltre a questa funzione molto utile, in generale è un broker affidabile e sicuro, mediante il quale si può operare su forex, azioni, commodity senza limitazioni.

Broker significato: che cos’è un broker e che cosa fa

In quest’articolo parliamo di broker, il suo significato, cos’è e cosa fa. Una questione diventata preminente, dato che investire nei mercati finanziari è diventato più semplice ed accessibile, grazie ai nuovi strumenti offerti dal web.

Si parla quindi di trading online per indicare quelle operazioni di investimento finanziario svolte in internet. Il fatto però che si sia facilitata l’accessibilità ad un mondo prima destinato solo ad addetti ai lavori, ha aumentato anche il rischio di investire male i propri risparmi. Magari quelli di una vita o che servirebbero per ben altro appannaggio di moglie o figli. Di qui la necessità di affidarsi a professionisti, che sappiano orientare l’investitore verso scelte vincenti. Di qui il ruolo del broker.

Ma va anche detto che il broker non ha una palla di vetro e non è infallibile. Anch’egli o esso può sbagliare. Inoltre, anche quello dei broker è un mercato e ognuno offre servizi diversi ai risparmiatori. Vediamo dunque di seguito cosa significa broker, cos’è e cosa fa.

Cos’è un broker

Il termine broker è anglosassone e tradotto in italiano sta per intermediario. E i broker si trovano in tanti settori dove si può investire e dediti alla compravendita. Abbiamo appunto il broker finanziario, che è quello che acquista e vende titoli sui mercati finanziari in base ai suoi calcoli, al suo fiuto, alla sua esperienza.

Purtroppo molti di coloro che iniziano a investire sui mercati non sanno nemmeno cosa sia e finiscono per perdere rapidamente i loro soldi: o perché fanno operazioni sbagliate oppure perché finiscono direttamente nelle mani di truffatori.

Per questo motivo abbiamo deciso di pubblicare una guida completa al forex trading. Prima di iniziare vi segnaliamo una lista dei migliori broker italiani con cui fare trading sul Forex.

BROKER CARATTERISTICHE VANTAGGI
Social trading, copy trading
66% dei trader perde soldi
Copy Portfolio ISCRIVITI
Servizio CFD Demo ISCRIVITI
Corso trading gratis, CFD Segnali gratuiti ISCRIVITI
Forex, azioni, criptovalute Webinar ed ebook ISCRIVITI
CFDs sono strumenti finanziari complessi e comportano un alto rischio di perdita di denaro rapidamente a causa della leva. Tra il 74-89% dei trader retail perdono soldi facendo trading CFD. Prima di fare trading cerca di capire come funzionano i CFD ed i rischi che comportano.

Tipi di broker finanziari

Riguardo al broker finanziario, che è quello che più ci interessa in questa sede, abbiamo sia il broker per il trading, che è appunto colui che si occupa di comprare e vendere titoli finanziari. Ma oggi il broker è anche un market maker, traducibile in gestore del mercato.

Le due tipologie si distinguono in questo: i broker che fanno da intermediari (ECN broker) costano di più e rispetto ad essi sono meno affidabili. Motivo? Per eseguire gli ordini per conto dei clienti devono per forza di cose rivolgersi a broker che siano market maker; ciò significa un maggiore impiego di tempo, un costo in termini di commissioni in più per il trader in loro favore e ne riduce l’affidabilità. Ma non solo. In certi casi, i tempi e i costi aumentano in quanto l’ordine di acquisto o cessione titoli passa per diversi broker ECN prima di giungere finalmente ad un broker market maker.

Ci sono però anche sottogruppi di broker. Ad esempio, dividendoli in broker che operano in modo autonomo, esperti o principianti, e che hanno un capitale disponibile limitato, i tipi di broker diventano due: broker di Contratti per Differenza e broker di opzioni binarie. Questi ultimi possono essere considerati i più semplici che esistono ed offrono la possibilità di investire sui mercati finanziari tramite le opzioni binarie. Uno strumento finanziario estremamente semplice: l’investitore deve solo indicare se il prezzo dell’asset scelto si muoverà verso l’alto, quindi aumenterà, o verso il basso, quindi scenderà. Se azzecca la previsione, riuscirà ad incassare un rendimento in genere superiore all’80% della somma investita. Per la loro semplicità, sono molto in voga tra i trader, e quindi i rispettivi broker non presentano difficoltà tecniche.

Diverso il discorso dei broker di Contratti per Differenza, uno strumento finanziario un po’ più complesso delle opzioni binarie. Un contratto per differenza replica in maniera esatta la quotazione di un asset definito sottostante.

Quali sono i vantaggi di investire sul contratto e non sull’asset? Oltre al risparmio sui costi di commissioni (i broker CFD di fatti non applicano nessuna commissione su quanto svolgono) e sulle imposte di transazione, i vantaggi principali dei CFD stanno nella possibilità di applicare la leva finanziaria e di moltiplicare i guadagni. Sia nel caso in cui il valore dell’asset aumenti, sia nel caso in cui esso diminuisca. Non è un caso che i broker CFD siano i più scelti dai trader con una certa esperienza. Tra i broker più affidabili per i Contratti per Differenza troviamo Plus500, 24option e Markets.

In generale, comunque, i migliori broker in assoluto restano sempre i market maker. Il broker si occupa quindi di gestire il conto di trading, ricevendo i depositi e pagando i prelievi ed eseguendo gli ordini che giungono dal trader.

Il broker market maker è anche un dealing desk. Cosa significa? Il broker market maker generalmente si rifiuta nell’immediato di aprire l’operazione a mercato che il trader gli ha richiesto, e di proporre un’operazione con un prezzo differente. Sarà poi compito del trader cliente accettare o meno la proposta. Questa operazione viene definita in gergo Requote, letteralmente in italiano una riquotazione. E funziona così: il trader vuole entrare nel mercato con il prezzo corrente su euro-dollaro pari a 1,30; il broker si rifiuta e propone al trader un 1,3010. la posizione sarà dunque sfavorevole per il cliente di 10 pips.

Come si diventa broker

In tanti, magari dopo aver visto il film del grande Martin Scorse con Leonardo Di Caprio The wolf of Wall street, si sono chiesti: posso diventare un broker? Come si diventa broker? Partiamo dal presupposto che non esistono corsi di laurea universitaria per diventare broker.

Il corso di studi più attinente, comunque, è quello di Economia. Soprattutto verso indirizzi che approfondiscano il tema Finanza (non certo quello fiscale per diventare commercialista, aziendale per diventare un manager, politico per diventare un analista o insegnante, o quello turistico per diventare un operatore del settore). Oltre alla laurea, meglio andare anche oltre prendendo un Master in Business Administration, e una formazione continua per poter sempre affinare la propria competenza multidisciplinare. La conoscenza delle lingue straniere è poi fondamentale, per allargare il proprio raggio di affari. In primis l’inglese; meglio poi una seconda lingua come il diffuso spagnolo, il tedesco che impera ancora una volta in Europa, o il francese lingua del secondo paese più influente dell’area Euro. Una lingua orientale poi sarebbe un bel colpo, come giapponese o il cinese. Quest’ultimo dove maggiormente si emette il bitcoin.

Oltre ai titoli di studio, bisogna avere anche una certa moralità, che sarà certificata dal superamento di un esame di Stato che presenta due prove: scritta e orale. Una volta ottenute tutte le carte in regola per poter avviare la professione di broker, molto farà il talento. E ovviamente la fortuna. Il mestiere di broker è un mestiere che dipende molto dall’intuizione e dall’intraprendenza di chi lo pratica. Aver acquisito tante nozioni economiche potrebbe non bastare. Il fiuto per i movimenti azionari fa molto.

Qual è la differenza tra broker e mediatore

La figura del broker può essere facilmente confusa con quella del mediatore. Qual è dunque la differenza tra broker e mediatore? Le differenze, sebbene impercettibili all’apparenza, esistono e sono profonde. Il primo è una figura professionale in grado (o almeno si spera) di scovare informazioni significative sui mercati e può rappresentare una delle due parti in causa: vale a dire da un lato l’acquirente e dall’altro il venditore.

Il mediatore, invece, è colui che cerca di coniugare gli interessi di entrambi. L’esempio classico di mediatore è quello immobiliare. L’agente immobiliare, infatti, mette in vendita una casa e cura l’incontro coi potenziali acquirenti per conto del proprietario (che in genere non partecipa neanche agli stessi, soprattutto ai primi incontri conoscitivi). Ma fa anche gli interessi degli stessi potenziali acquirenti, mostrandogli l’immobile in tutti i suoi pregi e difetti. Del resto, soddisfare entrambe le parti può essere un’ottima pubblicità. Chi ha acquistato casa ed è soddisfatto, può suggerire quell’agenzia a parenti o amici che cercano casa. Chi la deve vendere e ha fatto un buon affare, di contro, pure suggerirà l’agenzia a parenti, amici e conoscenti.

Meglio poi distinguere anche un broker da un rappresentante, in quanto quest’ultimo rappresenta appunto il cliente in tutto e per tutto. Agendo in nome e per conto di un committente.

Quanto guadagna un broker

Detto come si diventa broker e cosa lo differisce da un mediatore, passiamo a vedere quanto si può potenzialmente guadagnare facendo il broker. Ovviamente non si può dare una cifra secca ed è difficile pure fornire una forbice di guadagno. Un errore sarebbe credere che facendo il broker ci si arricchisca. Proprio come il personaggio interpretato da Di Caprio nel film, sebbene si sia arricchito brogliando il Fisco americano. Cosa molto difficile (di fatti fu arrestato). Se è vero che molti broker arrivano a guadagnare anche oltre i 20 mila euro al mese, parliamo sempre di professionisti navigati, esperti, magari dotati di ottimo talento e un po’ di fortuna. Tanti broker, specie nei primi anni, lavoro sotto stress, alle dipendenze di un’agenzia di brokeraggio, con stipendi non esaltanti solleticati di tanto in tanto da provvigioni. E qui possiamo sempre ricorrere al Cinema, e ricordare il figlio di Rocky nel sesto film della serie (Rocky Balboa). Un broker sfigato lontano parente del padre fusto.

Se decidete di fare il broker finanziario, dovrete sentirvi come un pesce in un oceano. Vi troverete a che fare tanto con pesci piccoli che con feroci squali. Brogliare per essere i migliori non servirà a niente. Basta poco per rovinarsi la reputazione e vedersi la carriera stroncata. Meglio rigare diritto, nella trasparenza e nell’onestà coi vostri clienti. Meglio anche aggiornarsi continuamente.

Migliori broker

Detto cos’è e cosa fa un broker, vediamo quali sono i migliori broker per il trading online.

Plus500

Partiamo da Plus500, un broker CFD per il trading online considerato diffusamente affidabile e sicuro. La società che gestisce questa piattaforma è Plus500CY Ltd, non a caso autorizzata e regolamentata dalla Cyprus Securities and Exchange Commission, massima autorità di vigilanza europea. Non prevede commissioni, spese fisse, offre spread bassissimi per tutti gli asset che si possono scambiare. Asset che peraltro sono molti: forex, materie prime, azioni, indici. Prima di investire soldi veri, consente di provare con una demo virtuale. Gratuita, illimitata e senza vincoli. Anche per chi non ha ancora depositato soldi reali.

Markets.com

Markets.com è un broker molto rinomato, che consente di operare in maniera facile e sicura. Anche qui gli asset sono disparati: forex, materie prime, azioni, bitcoin. Markets.com è autorizzato e regolamentato dall’autorità garante di vigilanza italiana: la CONSOB. Questo broker si lascia preferire sia dai professionisti navigati che dai trader alle prime armi. E’ altresi molto conveniente perché gli spread sono sempre vantaggiosi. Prevede corsi di formazione online, ma anche dal vivo nelle principali città italiane.

24Option

24option è considerato uno dei miglior broker di opzioni binarie in assoluto, una forma di investimento molto diffusa tra i principianti per la suddetta estrema facilità. Vanta la licenza della succitata CySEC. Si contraddistingue per i suoi webinar (seminari online) molto ben fatti. Infine, regala a tutti gli iscritti un esclusivo servizio di segnali di trading. trattasi di notifiche di trading, elaborati da istituti molto importanti di analisi dei mercati finanziari e sono distribuiti gratuitamente a tutti gli iscritti. Devono essere presi a titolo informativo e non come incitamento all’investimento.

eToro

eToro si trova sul mercato da anni. E si contraddistingue soprattutto per la funzione social trading: è possibile infatti copiare i trader più bravi, i quali mettono a disposizione dei sottoscrittori tutto il flusso delle loro operazioni. L’utente potrà sceglierli visionando i rendimenti passati, così da optare per quelli che garantiscono quelli più alti. In questo modo, i trader meno esperti possono guadagnare subito ed imparare più velocemente. Oltre a questa funzione molto utile, in generale è un broker affidabile e sicuro, mediante il quale si può operare su forex, azioni, commodity senza limitazioni.

Disclaimer: eToro è una piattaforma multi asset che consente dio investire sia in azioni che in criptovalute, e di fare trading sui CFDs.

Considera che i CFD sono strumenti complessi con un alto rischio di perdere denaro dovuto alla leva finanziaria. 75% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro.

Criptoasset non sono regolati e possono subire ampie variazioni di prezzo, dunque non sono appropriati per tutti gli investitori. Il trading di criptoasset non è regolamentato da alcuna normativa Europea.

Le performance passate non sono indicatori di risultati futuri.

Avatrade

AvaTrade è un ottimo broker forex. Si basa sulla piattaforma Metatrader 4.0, ed è conveniente ed affidabile. Gli spread infatti sono bassi su tutti gli asset e concede un bonus allettante di ben 5 mila euro per tutti coloro che fanno trading con soldi veri. Un bel regalo, non trovate?

Broker (definizione)

Che cos’è un broker?

Un broker è un professionista indipendente o una società che organizza ed esegue transazioni finanziarie per conto di terzi. Il broker agisce su una serie di classi di asset diverse, tra cui azioni, forex, beni immobili e assicurazioni, spesso addebitando una commissione per l’ordine da eseguire.

Alcuni broker forniscono i dati di mercato e consigliano quali prodotti acquistare o vendere, a seconda che si tratti di intermediario full service o di sola esecuzione. Tuttavia, per poter elargire consigli ed eseguire vendite, un broker deve essere autorizzato e può eseguire operazioni finanziarie per conto terzi solo dopo che il cliente ha acconsentito esplicitamente.

Impara a fare trading con le azioni

Scopri come fare trading su più di 12.000 azioni globali.

Tipi di broker

Esistono quattro tipi principali di broker: broker azionario, broker di forex, intermediario full service e discount broker. Sebbene tutti agiscano come intermediari tra il cliente e un terzo, il loro modo di operare è estremamente diverso. Alcuni broker sono intermediari “di sola esecuzione”, mentre altri eseguono, offrono consulenza e gestiscono il portafoglio dei clienti.

Che cos’è un broker azionario?

Un broker azionario, o broker di investimento, gestisce ed esegue la compravendita di azioni. Poiché i singoli investitori non possono acquistare azioni direttamente dal mercato azionario, è necessario rivolgersi a un broker azionario. Il broker acquista e vende le azioni in cui il cliente desidera investire.

Che cos’è un broker forex?

Un broker forex, noto anche come broker forex al dettaglio, è un mediatore che acquista e vende valuta per conto del cliente. Rivolgersi a un mediatore forex consente di accedere al mercato 24 ore su 24 e offre la possibilità di speculare su coppie di valute in tutto il mondo. I broker forex cercano di ridurre al minimo i costi per rimanere competitivi sul mercato, ma il cliente deve comunque pagare alcune commissioni quando esegue operazioni con il loro supporto, incluso uno spread. Le transazioni nel mercato forex vengono effettuate in coppie, quindi si acquista o si vende la coppia che si desidera negoziare, ad esempio GBP/USD.

Cos’è un intermediario full service?

Gli intermediari full service, o consulenti finanziari, offrono più di un servizio, tra cui pianificazione del piano pensionistico e degli investimenti, consulenza fiscale e ricerca. Chi non ha tempo di occuparsi della propria pianificazione finanziaria può trovare utile questo tipo di broker. Gli intermediari full service normalmente applicano commissioni superiori a quelle di altri broker. La principale differenza tra i broker full service e altri intermediari è la quantità di servizi offerti.

Che cos’è un discount broker?

Un discount broker è un intermediario che applica una commissione inferiore perché non offre consigli o valore aggiunto come la ricerca e la pianificazione per il trading del cliente, ma esegue solo le operazioni richieste. In genere, maggiore è il numero di operazioni che esegue per un cliente e minore sarà il costo della commissione. Se si sceglie questo tipo di broker, è necessario gestire autonomamente il proprio portafoglio.

Vuoi saperne di più sul trading online?

Scopri come funziona il trading online e chi sono i protagonisti con il nostro corso gratuito di IG Academy

Scopri di più

Cos’è il trading con i CFD?

Come fare trading sul forex

Cos’è il forex?

Trading con i CFD

Vantaggi del trading sul forex

Vantaggi del trading con i CFD

Siamo disponibili dal lunedì al venerdì, dalle 09:00 alle 19:00 (CET) al numero verde:

In alternativa puoi scriverci all’indirizzo email [email protected]

Mercati

Trading

Piattaforme e app

Analisi di mercato

Contatti

Non cliente: 800 897 582 oppure [email protected]

Programma di collaborazione: contattaci

Fare trading comporta dei rischi. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 76% di conti al dettaglio perdono denaro nelle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita.

Le opzioni e i certificati turbo sono strumenti complessi che potrebbero generare rapidamente delle perdite. Il vostro capitale è a rischio.

Le perdite dei clienti professionali possono eccedere i loro depositi.

I conti CFD sono offerti da IG Markets Ltd; i conti CFD, opzioni e certificati sono offerti da IG Europe GmbH. IG è un marchio registrato. IG si riferisce a IG Markets Ltd e IG Europe GmbH. IG Markets Ltd (una società registrata in Inghilterra e Galles al n. 04008957, con sede legale a Cannon Bridge House, 25 Dowgate Hill, London, EC4R 2YA) è autorizzata e regolamentata dalla Financial Conduct Authority di Londra al n. 195355 ed è iscritta al Registro delle Imprese di Investimento Comunitarie con Succursale tenuto dalla CONSOB al n. 72. P. IVA 06233800967. IG Markets Ltd Filiale Italiana ha sede in Via Paolo da Cannobio 33, 20202 Milano. IG Europe GmbH (una società costituita nella Repubblica Federale di Germania e iscritta al Registro delle Imprese di Francoforte al n. HRB115624, con sede legale a Westhafenplatz 1, 60327 Francoforte) è autorizzata e regolamentata nella Repubblica Federale di Germania dalla Bundesanstalt für Finanzdienstleistungsaufsicht e dalla Deutsche Bundesbank al n. 148759 ed è iscritta al Registro delle Imprese di Investimento Comunitarie con Succursale tenuto dalla CONSOB al n. 170. P. IVA 10372620962. IG Europe GmbH Filiale Italiana ha sede in Via Paolo da Cannobio 33, 20202 Milano, Italia.

Le informazioni contenute nel presente sito non sono dirette a soggetti residenti negli Stati Uniti d’America o in Belgio o in qualsiasi altro paese al di fuori dell’Italia. Le informazioni contenute nel presente sito non sono destinate né intese alla distribuzione, o all’utilizzo da parte di soggetti residenti in una giurisdizione o paese in cui tale utilizzo o distribuzione sarebbero contrari alla legge o normativa locale applicabile.

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • Binarium
    Binarium

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Like this post? Please share to your friends:
Come scegliere un broker di opzioni binarie
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: