Corso opzioni binarie avanzato

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • Binarium
    Binarium

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Corso opzioni binarie avanzato

Ti diamo il benvenuto al corso avanzato di trading binario, se sei qui puoi già definirti trader in quanto hai gia seguito il corso di opzioni binarie livello intermedio. In questo corso hai l’opportunità di perfezionarti ed avere una visone globale del trading online, scoprendo quali sono le dinamiche che realmente muovono i mercati. Sei pronto per cominciare? Bene, ecco gli argomenti del corso.

UNICO BROKER CONSIGLIATO PER INVESTIRE IN OPZIONI BINARIE

Deposito minimo: 10€
✅Prova Live la Demo
✅ Conto VIP / Zero spese / Tornei / 200+ assets
Regolatore: CySEC ✔Recensione IQ Option
✔Opinioni IQ Option ►Vai al sito
APRI UN CONTO

Argomenti corso avanzato di trading binario

Psicologia del trading

  • La componente psicologica gioca un ruolo fondamentale nel trading binario, ne costituisce di fatto l’80%, il che significa che è molto più importante della tecnica. In questa guida ti insegniamo a gestire il fattore emotivo per ridurre le perdite ed aumentare ancora di più i profitti nella tua attività di trading binario.

Le forze che muovono i mercati finanziari

  • I poteri forti esistono realmente? Ci sono mani che muovono il mercato oppure è tutto frutto dell’equilibrio tra domanda ed offerta?! Non sei più un trader novellino, quindi puoi sapere la verità…non temere, è quasi come quando ti hanno detto che Babbo Natale non esiste.

Le principali formazioni in analisi tecnica

  • Ci sono formazioni che ti indicano se una particolare tendenza ha la forza di continuare o meno, conoscendo queste formazioni puoi prepararti all’investimento ed ottenere maggiori guadagni.

Indicatori di sentiment di mercato

  • La componente psicologica è fondamentale per poter ottenere dei guadagni, esistono indicatori di trading che ti consentono di misurarla al fine di ottimizzare gli investimenti e sfruttare la componente psicologica degli altri trader a tuo vantaggio.

Come investire utilizzando l’analisi fondamentale

  • L’analisi fondamentale ti consente di sfruttare i dati macro economici per poter guadagnare con le opzioni binarie. Puoi associare questo nuovo modo di operare alle tue attuali strategie, migliorando in modo considerevole le tue entrate derivanti dal trading binario.

Principali correlazioni del mercato forex

  • Il mercato forex, già lo sai, è quello che offre maggiori opportunità di trading, pertanto è quello che va preferito. In questa guida ti sveliamo un piccolo segreto: ci sono correlazioni tra le coppia valutarie che ti permettono di stabilire quando e come si muoveranno i mercati.

Strategia opzioni binarie macd adx

  • Strategia semplice ed efficace per individuare una tendenza e stabilirne la forza. Con questa strategia puoi operare investimenti profittevoli sfruttando le tendenze del mercato.

Strategia opzioni binarie centro di gravità

  • Tu non puoi volare…si, lo sappiamo vorresti, ma non puoi perché esiste una forza che si chiama gravità e che ti spinge verso il centro della terra. Esiste una forza simile anche nel trading, questa forza spinge i prezzi verso un centro di gravità, in questa guida ti diamo gli strumenti giusti per comprendere quale sia il punto in cui i prezzi dovranno invertire la loro direzione perché attratti dal centro di gravità.

Per tornare all’indice clicca >>> Indice dei corsi di opzioni binarie

Strategia opzioni binarie macd adx

Le opzioni binarie, l’ultimo ed innovativo strumento finanziario per il trading online, è diventato il metodo di guadagno definitivo per fare soldi veri lavorando da casa su internet. Se anche tu vuoi sfruttarlo puoi farlo, infatti si tratta di una possibilità aperta a tutti che anche tu puoi sfruttare facilmente se solo lo desideri. Utilizzare le opzioni binarie infatti è semplicissimo e può diventarlo ancora di più se solo si utilizza una strategia. Forse è proprio questo quello che sfugge ai traders principianti, ossia il fatto che il trading online con le opzioni binarie è una attività professionale che richiede metodo.

Se disponi di un capitale da investire anche piccolo (bastano 100€) puoi iniziare a fare trading e noi ti consigliamo di farlo utilizzando la strategia opzioni binarie macd + adx, che oggi ti proponiamo. Se pensi che utilizzare una strategia sia complicato, va bene così perchè in questo articolo stiamo per farti ricredere. Questa strategia si basa su 2 indicatori tecnici come il macd e l’adx, anche se non ne hai mai sentito parlare non c’è problema perchè noi ti spieghiamo solo l’essenziale per mettere in pratica la strategia e per mettere in pratica i segnali operativi che ti offrono i due indicatori

>>> NON PERDERE IL VIDEO-CORSO

UNICO BROKER CONSIGLIATO PER INVESTIRE IN OPZIONI BINARIE

Deposito minimo: 10€
✅Prova Live la Demo
✅ Conto VIP / Zero spese / Tornei / 200+ assets
Regolatore: CySEC ✔Recensione IQ Option
✔Opinioni IQ Option ►Vai al sito
APRI UN CONTO

Strategia opzioni binarie macd adx: guadagnare è semplice

La prima cosa che ogni trader deve fare è diventare un discreto analista. Il modo più veloce per farlo è andare a studiarsi il funzionamento di 2 o 3 indicatori tecnici che permettono di leggere i grafici e di riuscire a comprendere sempre con ottima approssimazione in che direzione si muoveranno i prezzi. La prima cosa da fare quando osservi il tuo grafico è capire in che direzione si stanno dirigengo i prezzi, ovvero se ti trovi in una fase rialzista, ribassista o laterale sul mercato.

Fortunatamente esiste un indicatore tecnico studiato apposta per farti capire in che direzione si muove il prezzo e con quale forza gli investitori lo stanno spingendo in quella direizone. Questo indicatore prende il nome di ADX, Average Directional Index. Questo indicatore è stato sviluppato da un famoso analista di nome Welles Wilder ad oggi è uno degli indicatori più utilizzati per analizzare l’andamento di qualsiasi strumento sottostante o asset. Inizialmente tramite l’adx era possibile individuare solo la forza del trend e non la sua direzione, poi è stato migliorato ed oggi puoi conoscere anche la fase in cui si trova il mercato osservando semplicemente l’adx.

Come è strutturato l’adx

L’adx si compone soltanto di 3 linee ed è molto semplice da osservare ed utilizzare, inoltre essendo molto famoso puoi trovarlo già pronto all’uso nella stragrande maggioranza delle piattaforme di trading, ma vediamo cosa sono le 3 linee che noti sul grafico:

  • ADX, la prima linea prende il nome dell’indicatore stesso ed è quello che indica con quale forza si stanno muovendo i prezzi
  • +DI, che ti mostra con quale forza i prezzi si muovono al rialzo
  • -DI, che mostra con quale forza invece i prezzi si stanno muovendo al ribasso

Come dicevamo l’adx si compone di 3 linee, ma fai attenzione perchè su certe piattaforme viene visualizzata soltanto una linea, tuttavia puoi aggiungere le altre 2 manualmente, non è difficile. Le 3 linee dell’adx si muovono oscillando tra i valori di 0 e 100. Se osservi il comportamento della linea ADX essa ti fornisce utili indicazioni sulla forza relativa con cui il prezzo viene spinto al rialzo o al ribasso, quando la linea si trova oltre il valore di 30 il mercato è da ritenersi fortemente in trend, quando invece la linea ADX si trova al di sotto del valore di 20 significa che il trend in atto sta decisamente esaurendo la sua forza.

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • Binarium
    Binarium

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Vediamo i segnali opzioni binarie offerti dall’adx

Per ottenere affidabili segnali di entrata a mercato però è necessario osservare il comportamento di tutte e 3 le linee sul grafico. Facciamo ora degli esempi che ti permettano di capire come investire con l’adx:

  • Segnale di acquisto opzioni Call: puoi ottenere un segnale rialzista dall’indicatore quando l’adx si trova sopra quota 25 e la linea +DI supera la linea -DI dal basso verso l’alto. Questo è un chiaro segnale che di li a breve si verificherà un rialzo dei prezzi con buona decisione.
  • Segnale di acquisto opzioni Put: puoi ottenere un segnale ribassista dall’indicatore quando l’adx si trova al di sopra della quota di 25 e la linea -DI supera dall’alto verso il basso, la sua controparte ovvero la linea +DI, in questo momento il segnale è chiaro vi sarà presto un ribasso del titolo corrente.

Strategia opzioni binarie macd adx: come usare il macd

Macd è una sigla che sta per Moving average convergence divergence, ma al di la di questo nome complicato il macd è molto semplice da usare e per questo estremamente apprezzato dai traders di ogni ordine e grado. Questo indicatore è usato nelle opzioni binarie per capire quando è il caso di comprare opzioni put o call, anche su brevi e brevissime scadenze. Il macd si compone di 2 medie mobili una a 12 periodi l’altra a 26 periodi.

La prima, quella a 12 periodi è conosciuta anche come media mobile veloce, mentre la seconda a 26 periodi è detta lenta. Il calcolo della linea principale detta propriamente macd si effettua facendo la differenza dei valori della media mobile lenta con quello della media mobile veloce. In seguito è necessario calcolare la cosiddetta signal line o linea di segnale sulla base di una media mobile a 9 periodi, ma non preccuparti perchè sulle piattaforme trovi il macd già pronto per l’utilizzo. Dall’interazione delle due linee del macd puoi ottenere importanti segnali operativi.

Quando un mercato è fortemente in tendenza le due linee diverfono fortemente e si portano a distanza tra di loro, in questo modo vanno a formare quella che viene considerata per l’appunto una divergenza. Se sul mercato vi sono pochi operatori e la volatilità è bassa allora le due linee tenderanno a convergere. Il macd da il meglio di se proprio quando i mercati si trovano in trend, quando le condizioni sono favorevoli si possono ottenere molti segnali dati dall’incrocio della signal line con la linea macd.

Segnali operativi del macd

  • Segnale rialzista: quando la linea macd attraversa la signal line dal basso verso l’alto allora bisogna acquistare opzioni binarie Call.
  • Segnale ribassista: quando la linea macd attraversa la signal line dall’alto verso il basso si ottiene un segnale di acquisto opzioni Put.

Se ambedue gli indicatori offrono segnali di trading ben precisi, perchè allora si rende necessario prendere spunto da ambedue per investire? La domanda sorge spontanea, ma anche la risposta è molto diretta. Come saprai l’analisi di mercato può essere fallace ed i traders si arrovellano per cercare metodi di analisi che non li inducano in trappole del mercato, ciò significherebbe perdere il denaro investito.

Grazie però all’utilizzo di due indicatori molto compatibili e complementari come il macd e l’adx l’analisi si fa molto più precisa e si possono evitare la stragrande maggioranza dei falsi segnali dal mercato. Con questa strategia puoi fare una analisi corretta nella maggior parte dei casi, è stato stimato che in 8 casi su 10 risulta vincente. Ma quali segnali si hanno se combiniamo i due indicatori?

  • Segnale di acquisto opzioni Call: quando l’adx si trova sopra quota 25 e la linea +DI supera la linea -DI dal basso verso l’alto ed insieme la signal line viene superata dal basso verso l’alto dal macd, allora il mercato si muoverà certamente al rialzo: puoi acquistare una opzione Call.
  • Segnale di acquisto opzioni Put: quando l’adx si trova al di sopra della quota di 25 e la linea -DI supera dall’alto verso il basso la linea +DI ed al contempo il macd supera dall’alto verso il basso la signal line allora hai un segnale ribassista, è il momento di acqustare una opzione Put.

I segnali della strategia che ti abbiamo presentato, come hai visto, sono estremamente semplici da cogliere, puoi utilizzarne molti, molte volte al giorno, se ogni volta sei in grado di entrare a mercato con il giusto tempismo i guadagni che puoi intascare sono daccero notevoli contando che le opzioni binarie Call/Put contemplano sempre ritorni superiori al 75%. Puoi sfruttare la strategia sia con opzioni binarie di breve sia di medio termine la cosa più importante è che ti ricordi di non investire mai più del 5% del capitale totale a tua disposizione per trade!

Le forze che muovono i mercati finanziari

Operare nel campo del trading online è diventata l’attività più importante per coloro che cercano una fonte di reddito in rete. Questo fatto non sorprende, per diversi motivi. Come saprai vi sono svariati metodi di guadagno in rete, tutti comportano il vantaggio di lavorare comodamente da casa, ma soltanto il trading online si presenta come una vera attività professionale ed inoltre i profitti che si possono raggiungere con gli altri lavori online non sono neanche paragonabili a quelli che puoi fare con il trading.

Certo il trading online è aperto ormai a chiunque, entrare a far parte della folta schiera dei traders è molto facile, tutto ciò che serve è un capitale anche piccolo, scegliere un broker di qualità ed una strategia ed il gioco è fatto. Iniziare quindi è molto semplice ma è chiaro che poi avere successo non è un gioco da ragazzi, bisogna avere la volontà di affermarsi accrescendo sempre la propria esperienza ed il proprio grado di abilità. Per fare soldi con il trading per prima cosa bisogna imparare tutte le nozioni basilari che lo riguardano, poi dotarsi di una strategia, ma conoscere anche tutto ciò che ruota intorno all’essenziale può essere determinante per avere successo e dunque guadagnare.

>>> NON PERDERE IL VIDEO-CORSO

UNICO BROKER CONSIGLIATO PER INVESTIRE IN OPZIONI BINARIE

Deposito minimo: 10€
✅Prova Live la Demo
✅ Conto VIP / Zero spese / Tornei / 200+ assets
Regolatore: CySEC ✔Recensione IQ Option
✔Opinioni IQ Option ►Vai al sito
APRI UN CONTO

Le forze che muovono i mercati finanziari: quali sono?

Cominciamo analizzando il mercato valutario più comunemente conosciuto come Forex, il più grande e ricco mercato in tutto il mondo dove ogni giorno vengono scambiati più di 2 miliardi di dollari americani. Come già saprai il mercato valutario si basa sulle coppie di valute dette anche Pairs. Le coppie di valute come anche molti altri asset tendono a muoversi per ragioni differenti a seconda dell’arco di tempo che si osserva:

  • Lungo termine: nel lungo termine i cicli del mercato delle valute vengono determinati dai movimenti della macroeconomia e possono durare anche anni.
  • Medio termine: ciò che causa i movimenti di medio termine sono ragioni tecniche.
  • Breve termine: sul breve e brevissimo termine i movimenti di un asset finanziario pososno essere determinati anche esclusivamente da ragioni emotive.

I fondamentali si raggruppano innanzitutto in 2 grandi categorie chiamate “correnti di scambi” e “correnti di capitali”, i loro effetti sull’economia non sono immediati ma ci vuole del tempo prima che possono avere un effetto sull’economia di un Paese.

  • Correnti di scambi: quando due stati commerciano in beni e servizi questa attività genera ovviamente dei movimenti di denaro tra i due Paesi. Facciamo un esempio pratico: immagina che una compagnia Americana compri della tecnologia di alto livello dal Giappone e quindi versa un contributo di 1 milione di Dollari. Prima di comprare i beni desiderati però deve avvenire il cambio tra la moneta statunitense e lo yen Giapponese, la transazione avviene sul Forex e causerà una oscillazione facendo aumentare la domanda dello Yen e l’offerta di Dollari.
  • Correnti di capitali: questo concetto non è molto dissimile dal precedente perchè in questo caso le correnti di capitali vengono spostati non per comprare beni e servizi ma per investire il Paesi dove il tasso di ritorno di investimenti è più alto. Per capirci basta fare riferimento al mercato dei Bond e delle Azioni. Ad esempio se l’economia di un Paese sta andando particolarmente bene ci sarà una entrata di cpaitali dall’estero da parte di tutti quelli che desiderano ottenere un ritorno elevato rispetto alla loro nazione. Gli investitori in questo caso devono cambiare le monete dei loro Paesi in dollari se investono negli States, ciò comporta un aumento del prezzo del dollaro sui mercati.

Le forze che muovno i mercati finanziari nel breve termine

Come abbiamo detto nel medio termine sono motivazioni tecniche a muovere il mercato, senza contare che esse hanno un peso anche sul lungo periodo ma sicuramente minore. Nel medio periodo però la loro influenza si fa particolarmente evidente, come anche nel breve. I prezzi sembrano proprio subire l’influenza di certe geometrie del mercato, come per esempio è risaputo che vengono rispettati supporti e resistenze. Questo accade perchè numerosissimi traders conoscono ed utilizzano l’analisi tecnica. Quindi in pratica succede che se molti traders osservano lo stesso asset e lo stesso movimento del prezzo, faranno la stessa anlisi con le medesime conclusioni questo causa movimenti nel mercato prevedibili.

Forze del breve termine

Sul mercato agiscono persone, le persone per propria natura sono influenzate dalle emozioni, per questa ragione esse hanno una grande importanza negli investimenti che si operano nel trading online. I due sentimenti che lottano nell’ambito dei mercati sono 2 e sono contrastanti: la paura di perdere e l’avidità di guadagno. Forti movimenti sul mercato possono essete generati dall’emotività, dalle sensazioni che provano coloro che investono, dalle reazioni che essi hanno a certe notizie riguardanti l’andamento dell’economia. Tutto questo ha un peso determinante sugli andamenti di breve periodo. Da un momento all’altro i prezzi possono schizzare in una direzione senza apparenti motivazioni precise, la bravura del trader a quel punto sta nel riuscire a seguire la corrente per fare ottimi profitti.

Le forze che muovono i mercati finanziari: i fondamentali delle valute

Nei mercati valutari, nello specifico, sono ben noti i dati fondamentali che possono causare i movimenti delle valute, ci riferiamo in particolar modo alle notizie circa gli andamenti economici. Ecco alcuni esempi di dati che possono cambiare le cose riguardo alla coppia valutaria EUR/USD:

  • Dati occupazionali USA
  • i tassi di interesse
  • La bilancia commerciale europea e la bilancia commerciale USA. Per questi dati si intende la proporzione tra esportazioni e importazioni.
  • Afflusso di capitali negli Stati Uniti che causa rialzi nel valore del dollaro.
  • Indice della spesa negli Stati Uniti.
  • Il PIL degli USA che misura la forza delle spese al consumo.

Vediamo invece ora cosa influenza l’andamento della coppia valutaria USD/JPY, ovvero quella che comprende il dollaro americano e lo yen giapponese. Oltre a tutti i dati menzionati in precedenza per il dollaro, vi sono quelli riguardanti l’andamento dell’economia giapponese.

  • Decisioni di politica monetaria da parte della banca centrale giapponese
  • La bilancia commerciale del Giappone ovvero il rapporto tra importazioni ed esportazioni,
  • Il PIL cioè l’indice di crescita economica del Giappone.
  • L’indice dei prezzi al consumo che è un dato fondamentale pe rl’inflazione.
  • Dati circa la produzione industriale nel Paese del Sol Levante.
  • Indice della spesa dei consumatori giapponesi.
  • Il rapporto Tankan ossia una valutazione delle attuali condizioni economiche del Paese.

La volatilità una delle grandi forze dei mercati

Uno dei fattori più importanti che fa muovere il mercato è proprio la volatilità che può causare fortissime oscillazioni dei prezzi. Una volatilità elevata indica che esiste un ampio ventaglio di prezzi entro il quale si muove un’attività finanziaria. Maggiore volatilità implica maggiore dispersione delle opinioni che si hanno fra gli operatori, e viceversa. Perciò, quando la volatilità è bassa, non si ha una grande differenza di opinioni su quelli che potrebbero essere gli andamenti futuri.

Per questa ragione, se arriva un notizia inattesa ma importante, i prezzi possono variare molto. Nel gergo finanziario la bassa volatilità è associata a un qualcosa che potremmo definire stagnazione che viene a crearsi quando gli investitori in un certo senso sono troppo sicuri delle proprie opinioni. O meglio, si è troppo sicuri che la media delle opinioni sia nel giusto.

Le forze che muovono i mercati finanziari: gli attori del mercato

Concludiamo parlando di chi effettivamente arriva ad investire sui mercati finanziari, quindi di chi effettivamente investe capitali allo scopo di trarre un profitto. Il mercato si divide in 3 categorie particolari ognuna delle quali ha un peso specifico sullo scacchiere. Ovviamente la regola generale recita che chi ha i più grandi capitali ha il maggiore potere.

  • Piccoli speculatori: la prima categoria è la nostra quella che comprende tutti noi, i cosiddetti traders retail. Anche noi abbiamo l’occasione di fare enormi guadagni investendo sui mercato grazie all’effetto leva, ma nei grandi numeri contiamo poco o nulla e non saremmo in grado da soli di far muovere i mercati, a causa dei nostri infimi capitali.
  • I commercial: la seconda categoria già si accresce di importanza ma ancora non siamo al top. Stiamo parlando di banche e fondi comuni di investimento ch e molto spesso remano contro il mercato e causano inversioni.
  • Grandi investitori: si tratta di gente che ha capitali immani da investire tanto da surclassare anche le banche e decidere in sostanza i corsi dei mercati. Le decisioni prese da questi investitori sono in grado di influenzare positivamente o negativamente l’andamento di qualsiasi asset.
Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • Binarium
    Binarium

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Like this post? Please share to your friends:
Come scegliere un broker di opzioni binarie
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: