Forex trading come seguire le tendenze

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • Binarium
    Binarium

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Seguire le Tendenze: Trading di Tendenze e Breakout

Molti nuovi operatori mi chiedono cosa bisogna fare per iniziare una carriera da trader, nel senso di che tipo di analisi, strumenti, ecc utilizzare. Purtroppo, io posso solo dare a questi nuovi trader una metodologia per ottenere successo, ma alla fine, sono loro che devono effettuare le scelte sull’analisi e gli strumenti da utilizzare. In questo articolo spiegheremo come seguire le tendenze ed i breakout.

Hai mai sentito il detto “la tendenza è tua amica”? In caso contrario, imparatelo a memoria, perché può aiutarti a risparmiare e a guadagnare più soldi nel lungo periodo. La morale di questo detto è non scambiare mai contro la tendenza. Una tendenza si ha nel momento in cui l’azione dei prezzi del tuo investimento è in aumento, caduta oppure si sposta lateralmente. Il modo in cui si muove l’azione dei prezzi crea le tendenze. Forti tendenze rialziste generano delle azioni rialziste sui prezzi, mentre forti tendenze ribassiste vengono mostrate sul grafico da un’azione negativa dei prezzi Inoltre, il modo più semplice per determinare la tendenza di un investimento è attraverso l’osservazione delle medie mobili. Le medie mobili sono un indicatore sul grafico che mostra essenzialmente l’azione del prezzo medio in un determinato periodo di tempo. Le medie mobili più popolari sono le medie mobili a 50 giorni e le medie mobili a 200 giorni (tuttavia, è possibile regolare il numero di giorni a qualsiasi livello si desideri). Un investimento con tendenza rialzista vedrà la sua media mobile a 50 giorni sopra la sua media mobile a 200 giorni, mentre un mercato con tendenza ribassista vedrà la sua 200 giorni superiore alla sua 50 giorni. Per fortuna, queste medie mobili ci dicono anche se la tendenza generale sta cambiando, dandoci il tempo di cambiare posizione, spostandoci verso la posizione opposta. Ad esempio, supponiamo di scambiare azioni Apple (AAPL) e che attualmente la sua media mobile 50 giorni è al di sopra della media mobile a 200 giorni. Dopo una serie di giorni in caduta si comincia a vedere la media mobile a 50 giorni iniziare ad inclinarsi verso il basso e incrociare al di sotto della media mobile a 200 giorni. Questo significa che ora Apple si trova in una “tendenza al ribasso”, ma, attenzione, perché l’azione dei prezzi potrebbe facilmente invertirsi. Finché la media a 50 giorni rimane sotto la media a 200 giorni, l’azione sarà in ribasso e candidata ad essere scambiata a breve.

1. La tendenza è tua amica.

2. Non saltare sul treno in corsa (tendenza). Attendi un pullback per entrare nel mercato.

3. Fai attenzione al momentum. Un momentum in diminuzione potrebbe segnalare la fine della tendenza. Se non è possibile individuare un momentum decrescente sui grafici allora è possibile utilizzare un indicatore come il MACD o la RSI. Cerca una divergenza! (Approfondisci i principi fondamentali di analisi tecnica).

4. Osserva le zone di supporto e resistenza. Non comprare nei punti di resistenza e non vendere nei punti di supporto.

Un’altra forma di trading si chiama breakout trading. Il breakout trading si verifica quando un investitore inserisce uno scambio su un investimento che si trova contro le su zone di supporto e di resistenza e mostra segni di cedimento al di sopra o al di sotto delle loro rispettive linee di tendenza. Di solito, quando l’azione del prezzo rompe attraverso il suo supporto o resistenza, segue un brusco aumento o diminuzione, in quanto l’azione del prezzo cerca un nuovo intervallo di trading. Purtroppo, gli investitori devono guardarsi dai breakout falsi, che si verificano quando il prezzo rompe la linea di tendenza, per poi aumentare o diminuire di nuovo nella vecchia tendenza. Questo potrebbe creare perdite significative se si è poco preparati. Se siamo di fronte a un movimento del prezzo che è contro il suo livello di resistenza, dobbiamo attendere un breakout. Al contrario, dobbiamo anche aspettarci che la resistenza sia forte, mandando il prezzo più vicino al livello di supporto. Il modo migliore per trovare de breakout è cercare degli investimenti che si trovino sui (o vicino) loro livelli di supporto o resistenza, portandosi dietro molte notizie. Sono le notizie che guidano l’investimento ad effettuare il breakout in entrambe le direzioni.

La morale della favola è che il trading di tendenza e di breakout può essere un modo redditizio di operare, ma è necessario proteggersi da qualsiasi inconveniente. Ricorda di seguire la tendenza e di non inserire degli scambi contro la tendenza, altrimenti ti metterai in condizione di perdere. I breakout hanno bisogno delle notizie per contribuire a spingere l’azione dei prezzi al di sopra o al di sotto le linee di tendenza. Tutto sommato, una buona formazione e la conoscenza della tua tolleranza al rischio ti aiuteranno a diventare un trader migliore, indipendentemente dallo stile di trading che adotterai.

Le Tendenze o Trend nel trading online

Le tendenze del trading online o meglio conosciute con il termine tecnico trend, sono una delle cose più importanti da considerare; esse traggono profitto dalle tendenze Intra-day e si riferiscono alla direzione dominante che ha subito il prezzo di un bene.

Cosa significa Tendenza?

��Fai trading con fiducia su CFD, Azioni, Indici, Forex e Criptovalute. Con PLUS500 hai spread stretti, zero commissioni e APP per fare trading su qualsiasi piattaforma e smartphone. ✅ Apri il tuo conto demo gratuito >>

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • Binarium
    Binarium

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Una tendenza è definita in termini economici l’andamento prolungato, in crescita o in calo, sul mercato.

Il termine prolungato si riferisce ad un trend impostato su un certo numero di periodi di tempo; i principali sono i trend a breve e a lungo termine, i quali possono funzionare secondo le nostre strategie abbastanza bene anche per diversi giorni, fino ad arrivare a settimane o mesi fino anche ad un anno. In pratica è possibile prendere una posizione long quando la tendenza è al rialzo; in caso contrario è possibile attuare una posizione short quando questa tendenza segna un ribasso.

Questa direzione delle tendenze, indica semplicemente la strada con meno resistenze in assoluto. Con questo intendiamo dirvi che la tendenza con meno resistenze è la tendenza della massa. Non sempre giova a favore seguire la massa. In effetti nel sistema della borsa, sarebbe importante operare anche contro la massa; in questo caso si tratta non di controtendenza ma di tempismo.

Attenzione però a considerare questa soluzione, poiché non è una soluzione che permette facili guadagni, ma bisogna sempre ponderarla per cogliere la tendenza giusta alla nostra strategia. Quindi avremo:

  • tendenza rialzista, quando l’azione dei prezzi, proiettati sul grafico, mostrano una serie di alti e bassi con una chiusura del prezzo verso l’alto; caratteristica di questa tendenza è la presenza di massimi e minimi crescenti. Ovvero il prezzo si muove a zig-zag seguendo una retta immaginaria tendente verso l’alto e l’infinito e che si caratterizza per la sua incrinatura pari a 45º.
  • tendenza al ribasso, quando l’azione dei prezzi, riportati anche sul grafico, mostreranno una serie di alti e bassi, ma in questo caso si avrà una chiusura al ribasso. Caratteristica di questa tendenza è invece la presenza di massimi e minimi decrescenti; anche in questo caso si muove il prezzo con tendenza a zig zag seguendo una retta immaginaria e tendente verso il basso.

In base poi alla nostra strategia, se segue il trend rialzista o ribassista, si potrà ottenere un profitto quando il prezzo di un bene mostra chiaramente il movimento direzionale. Quando invece un mercato non mostra nessun segno, viene letto in termini tecnici come non-trend.

Ma come possiamo capire, quale tendenze seguire per ottenere dei profitti? Anche se può sembrare assurdo, la risposta è molto più semplice di quanto voi possiate pensare; basta seguire l’andamento del prezzo. Se un prezzo è in una netta fase di salita sarà in UP, in caso contrario, sarà in discesa e quindi DOWN! Molto semplice e facile! Attenzione però perché questo non è sinonimo di profitto!

Perché i Trend sono importanti?

La chiave fondamentale, per comprendere i trend è la loro persistenza; con questo intendiamo dire che se il prezzo di un bene segue una tendenza al rialzo, le probabilità che esso continui ad andare verso l’alto saranno maggiori rispetto ad un’inversione di tendenza.

Questo concetto può essere meglio compreso con questo banale esempio.

Prendiamo ad esempio la stagione estiva, dal periodo compreso tra il 21 giugno e il 21 settembre.

In questo periodo le probabilità che si verifichi un giorno di sole, che si sussegue ad altri giorni di sole (tendenza rialzista), saranno maggiori, rispetto ad una previsione di pioggia. Questo non vieta che ci sia un giorno di pioggia, (nel nostro caso una tendenza ribassista), ma nel lungo periodo, formato da 3 mesi, (quindi una previsione a lungo termine), le giornate soleggiate continueranno.

Infine dobbiamo ricordare che le linee di tendenza risultano essere lo strumento essenziale ed efficace adatto ad una persona che fa trading online coi CFD. Questo perché consente ai trader di applicare le linee di tendenza per disegnare delle diagnosi dei modelli di mercato su dei grafici e sono preferite rispetto ad altri indicatori tecnici. I grafici sottostanti ne possono essere una prova.

Questa tecnica potrà essere rapportata a qualsiasi asset class, sia esso un titolo, una coppia di valute o addirittura una merce.

Come disegnare un trend?

Arrivati a questo punto, vediamo di capire come andare a comporre un trend su un grafico o se si vuole una linea di tendenza di un bene.

Le tendenze che maggiormente si disegnano sono:

  • linea rialzista; questa potrà essere disegnata sul grafico, come quello sottostante, semplicemente seguendo questi 3 passaggi:
    1. trovare il minimo più basso;
    2. trovare i seguenti minimi più bassi oltre a quelli identificati;
    3. tracciare una linea che va dal minimo più basso, al minimo più alto e prosegue all’infinito
  • linea ribassista; anche per questa tendenza, vi sono 3 punti da seguire:
    1. trovare il punto massimo;
    2. tracciare una linea, che colleghi il primo punto con il secondo punto di massimo;
    3. estendere la linea fino alla fine del grafico, come da esempio sottostante.

Da sottolineare la diversità delle tendenze e sopratutto la tendenze a breve termine, o anche conosciuta con il termine di micro movimenti. Questi possono essere inseriti in periodi molto brevi, a differenza di quanto noi abbiamo rappresentato sui grafici, che corrispondono a tendenze annuali, come in una tendenza più lunga identica o inversa.

Se andiamo ad effettuare l’analisi sulla base di interpretazioni grafiche, bisognerà utilizzare i dati su periodi molto brevi ovvero i grafici a minuti.

Come riconoscere una tendenza in un grafico?

Come abbiamo potuto osservare, l’analisi delle tendenze passa attraverso l’utilizzo di adeguati strumenti, quali i grafici. Essi infatti riportano i dati in tempo reale se utilizzati con gli indicatori corretti.

I migliori indicatori, utilizzati per rilevare le tendenze ricordiamo:

  • Le medie mobili;
  • L’RSI;
  • Il MACD;
  • I supporti e le resistenze.

Prima di passare avanti, teniamo a ricordarvi che:

  • se si vuole operare in maniera efficace sul trading scalping si dovrà fare attenzione a selezionare solo i grafici a breve termine, cioè quelli che variano da minimo 1 minuto ad un massimo di 5 minuti soltanto.
  • Non trascurare mai gli effetti annuncio, poiché questi derivano dall’analisi fondamentale; con questo tipo di analisi, risulta molto più facile capovolgere una tendenza in corso, senza che questa abbia raggiunto un livello di supporto o di resistenza.
  • Non trattate se non siete sicuri che la tendenza da voi rilevata sia abbastanza chiara.

Come si possono sfruttare le tendenze del trading online?

Sfruttare al massimo le tendenze non è un’azione ardua, anzi abbastanza facile e intuitiva anche da spiegare. Tenendo presente le regole sopra citate e osservando il grafico qui sotto,

possiamo notare subito, come una tendenza è sana o indebolita. Nel nostro caso si tratta di una tendenza indebolita, perché vi è un’oscillazione continua del prezzo. Non a caso abbiamo voluto rappresentare questa oscillazione. In caso contrario, invece se prendiamo un altro grafico, possiamo notare come questo, rappresenti il momento giusto per sfruttare queste caratteristiche.

Il vantaggio principale di sfruttare le tendenze con i CFD è il fatto che questi hanno la possibilità di effettuare lo stop loss.

In questo modo in caso di direzione sbagliata la perdita non sarà eccessiva, ma si fermerà dove lo decidete voi.

Con ciò intendiamo dire che i CFD ti offrono la possibilità di sfruttare una tendenza per determinare la direzione della propria operazione.

Ancora possiamo considerare le tendenze e la performance di una migliore rispetto alle altre, quando queste si riferiscono a mercati con periodi di tempo elevati; se invece ci troviamo di fronte a grafici settimanali o giornalieri, allora ci aspettiamo un approccio intra-day.

Esempio grafico di una tendenza

Se esaminiamo il grafico, possiamo notare come esso mostra un commercio sulla materia prima; in particolare abbiamo esaminato il mercato dell’oro. Nel grafico ancora possiamo rilevare 3 linee di tendenza:

  1. Linea azzurra: mostra un trend a 5 giorni.
  2. Linea verde: tendenza a 10 giorni.
  3. Linea blu scuro: tendenza a 20 giorni.

Ora, alle ore 6,00 è stato inviato un segnale Call. Nel momento in cui è stato attuato, sia la linea verde che la linea blu scuro, ovvero a 10 e 20 giorni lo attraversano.

Successivamente, il contratto Call è stato poi acquistato, dopo vari trend rialzisti, proprio in direzione della rottura ed è stato impostato con scadere alle ore 20:30.

Come si evince, il contratto è stato un contratto chiuso in-the-money.

Inversioni di tendenza: come gestirle?

L’inversione di tendenza, richiede un riconoscimento tempestivo; questo avviene tramite l’analisi dei grafici ed è possibile muovere i primi passi soltanto considerando i dati in nostro possesso. I grafici, riflettono i mercati e le loro tendenze consentendo di prevedere il potenziale andamento dei valori in questione.

Infatti sarà proprio questa la situazione da ricercare nei grafici e nelle forme che essi rappresentano. Non importa avere un determinato arco di tempo, o che esso sia limitato ad un giorno, un anno o poco più.

Genericamente possiamo intendere solo 2 rappresentazioni che indicano un’inversione di tendenza;

  1. il doppio picco o doppio fondo;
  2. Formazione della spalla-testa-spalla.

Nel primo caso avremo:

  • un andamento in crescita fino ad una determinata soglia;
  • un andamento che risale ulteriormente per un altro tratto;
  • scontro tra il valore del bene con una resistenza incrollabile, che non permette di essere superata ulteriormente.

Il secondo caso invece rappresenta la formazione spalla-testa-spalla.

In questo caso avremo un andamento che:

  • sale fino a una certa soglia;
  • poi ricade.

questo primo picco è la prima spalla, ovvero quella sinistra.

  • un ulteriore crescita superiore al primo picco;
  • raggiunge un picco più elevato;
  • un’altro ancora più elevato,

Questo compone la testa.

Infine il prezzo scende nuovamente oltre la spalla sinistra; alla risalita successiva questa non viene però superata e si crea così l’ultima parte del grafico, ovvero la seconda spalla.

Cos’è un ri-tracciamento e come utilizzarlo?

A questo punto del discorso bisogna anche andare a considerare i ri-tracciamenti.

Ma cos’è un ri-tracciamento? Il ri-tracciamento viene inteso come una parte ben definita del grafico dove il prezzo si muove per una determinata attività. Questi possono essere osservati su un qualsiasi grafico. Ancora possono meglio essere definiti come una temporanea inversione nella direzione di movimento del prezzo di uno strumento finanziario.

Spieghiamoci meglio. Il prezzo potrebbe oscillare creando dei piccoli avvallamenti per poi risalire o scendere fino anche a creare dei picchi che vanno in contrasto con il suo movimento generale, prima di riprendere il suo normale corso. Ora, quelle piccole inversioni sono chiamati ri-tracciamenti. Non si esclude la possibilità di un inversione di tendenza.

Per sfruttarlo a vostro vantaggio, questa funzione in un trend, bisogna considerare il primo ri-tracciamento, ovvero il momento in cui ritengono di aver individuato una tendenza, e quindi entrare a mercato in fase ultimata.

Linee di tendenza: cosa sono

Migliori Broker Trading Forex Cfd Regolamentati

Broker Caratteristiche Vantaggi Conto Demo
  • Licenza: CySEC – FCA – ASIC
  • Social Trading
  • Deposito min: 200 $
Piattaforma N.1 al mondo per il Social Trading Prova GratiseToro opinioni
  • Licenza: CySEC
  • Vasta scelta di CFD
  • Deposito min: 100 €
Piattaforma per professionisti – Vasta scelta di CFD Prova GratisPlus500 opinioni
  • Licenza CySEC
  • Piattaforma MT4
Centro di formazione completo di corsi ed ebook sul trading online. Prova GratisETFinance opinioni
  • Broker con più regolamentazioni
  • Copy trading
  • Segnali di Trading
Trading CFD e con le opzioni vanilla Prova GratisAvaTrade opinioni

* Trading in CFD. Il tuo capitale è a rischio.

Guadagna seguendo le tendenze giornaliere

��Fai trading con fiducia su CFD, Azioni, Indici, Forex e Criptovalute. Con PLUS500 hai spread stretti, zero commissioni e APP per fare trading su qualsiasi piattaforma e smartphone. ✅ Apri il tuo conto demo gratuito >>

Dove va il mercato? Se tu lo sapessi, se potessi intuirlo, potresti guadagnare nel 100% dei casi, ma nessuno ha la sfera di cristallo ed il mercato è un posto pieno di insidie, devi imparare a destreggiarti, a capire come fare per ottenere dei risultati concreti…la soluzione è semplice, segui il mercato!

Per poter ottenere dei guadagni nel forex o comunque nel trading online è necessario seguire le tendenze, il prezzo di qualsiasi asset si muove sempre seguendo delle tendenze che possono essere sia di breve termine (tendenza oraria o giornaliera) sia di medio termine (tendenze settimanali o mensili) sia di lungo termine.

Esempio di tendenza di breve termine

Esempio di tendenza di medio termine

Esempio di tendenza di lungo termine

Quali sono le tendenze più convenienti?

Le tendenze più convenienti sono quelle che ti permettono di ritirare subito i tuoi guadagni, ossia, quelle giornaliere. Seguire le tendenze giornaliere ti da la possibilità di entrare a mercato e di chiudere le posizioni in giornata, facendo quindi un bilancio della tua attività di trading giorno per giorno.

Seguire una tendenza giornaliera richiede pratica, ma la tecnica non è certo impossibile da imparare, si tratta solo di comprendere quali sono i meccanismi che muovono il mercato.

Dati macroeconomici, supporti e resistenze, inversioni di tendenza

Eccoli qui, quello che hai appena letto è tutto ciò che ti serve per seguire una tendenza giornaliera, ma vediamo nello specifico come fare.

La prima cosa che devi fare è quella di impostare il time frame del tuo grafico in h1, in questo modo puoi vedere i movimenti di prezzo che avvengono in 60 minuti. Una volata impostato il grafico inserisci due indicatori:

Entrambi gli indicatori ti dicono se il bene osservato è stato comprato eccessivamente o venduto eccessivamente rispetto alla sua media.

Quando il prezzo del bene osservato raggiunge la banda inferiore significa che è stato venduto eccessivamente e ci si aspetta una risalita.

Quando invece il prezzo del bene raggiunge la banda superiore significa che è stato comprato eccessivamente.

L’oscillatore RSI invece considera sempre lo stesso fattore, vi è una media mobile che oscilla tra due valori:

  • 70: valore di iper-comprato
  • 30: valore di iper-venduto

Associando i due indicatori puoi sapere con esattezza se il prezzo del bene è stato comprato troppo o venduto troppo.

I supporti e le resistenze, così come i dati macroeconomici ti servono per intuire se durante il corso della giornata ci sono degli eventi che vanno a vantaggio o a svantaggio della tendenza che segui, in modo tale da impostare degli stop loss.

Vuoi cominciare ad investire?

Consulta la lista dei migliori broker regolamentati!

Migliori Broker Trading Forex Cfd Regolamentati

Broker Caratteristiche Vantaggi Conto Demo
  • Licenza: CySEC – FCA – ASIC
  • Social Trading
  • Deposito min: 200 $
Piattaforma N.1 al mondo per il Social Trading Prova GratiseToro opinioni
  • Licenza: CySEC
  • Vasta scelta di CFD
  • Deposito min: 100 €
Piattaforma per professionisti – Vasta scelta di CFD Prova GratisPlus500 opinioni
  • Licenza CySEC
  • Piattaforma MT4
Centro di formazione completo di corsi ed ebook sul trading online. Prova GratisETFinance opinioni
  • Broker con più regolamentazioni
  • Copy trading
  • Segnali di Trading
Trading CFD e con le opzioni vanilla Prova GratisAvaTrade opinioni

* Trading in CFD. Il tuo capitale è a rischio.

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • Binarium
    Binarium

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Like this post? Please share to your friends:
Come scegliere un broker di opzioni binarie
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: