I livelli di ingresso per le opzioni binarie nel trading sul forex

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • Binarium
    Binarium

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Differenza tra Opzioni binarie e Forex

Tutti i novelli trader, che si affacciano per la prima volta nel mondo del trading online, si pongono una domanda: Qual è la differenza tra Opzioni binarie e Forex?

Si trovano di fronte alla scelta di decidere se investire con il trading binario o se invece utilizzare il Trading Forex. Tra i due tipi di trading vi sono delle differenze molto importanti che di seguito andremo ad evidenziare; ricordiamo inoltre che prima di andare ad investire con denaro reale, è consigliabile possedere:

  1. Una strategia di trading, testata e funzionante
  2. Conoscenza, almeno base, delle logiche dei mercati, dei grafici finanziari e dell’analisi tecnica
  3. Pratica ed esperienza fatta con account demo

Prima di addentrarci meglio sulla scelta Opzioni binarie vs Forex andiamo a vedere quel’è la sostanziale differenza tra Opzioni binarie e Forex.

�� Ricevi 100.000 € di denaro virtuale con un account demo gratuito per praticare la tua strategia di trading ☎ Supporto vincente, Expert Advisor e piattaforma di copy trading DuplyTrade. Trading in sicurezza, e app AvatradeGo per il tuo smartphone. – Prova Demo >>

Opzioni binarie o Forex?

Trading Forex:

Il mercato Forex, dall’acronimo di Foreign Exchange, o anche solo conosciuto come FX, è uno dei mercati più redditizi e più grandi al mondo, sia per quantità di denaro impiegato, sia per transazioni giornaliere eseguite.

Quando andiamo ad investire nel Trading Forex, andiamo a speculare sul valore di una coppia di valute, traendo profitto dai movimenti di tale valore (sia che siano rialzisti, sia che siano ribassisti).

Ad esempio se il prezzo attuale della coppia di valute EUR/USD è pari a 1,308 e noi in base a quelli che sono i dati in nostro possesso sappiamo che il prezzo aumenterà, investeremo al rialzo. Quando si investe al rialzo, si dice che si “apre una posizione long”: si compra l’asset in questione (il cambio EUR/USD) e si aspetta che il valore aumenti, per poi rivenderlo e guadagnare la differenza (tra prezzo di vendita e prezzo di acquisto).

Viceversa, quando ci si aspetta una diminuizione nel valore di una coppia di valute (ovvero un ribasso), si investe aprendo una “posizione short”. In questo caso, il broker ci “presta” l’esatta quantità di asset che vogliamo vendere, il quale viene venduto automaticamente appena apriamo la posizione short, generandoci un guadagno. Tale guadagno però, rimane “bloccato”: infatti, dovremmo prima restituire l’esatta quantità di asset che il broker ci aveva prestato inizialmente. Dobbiamo quindi ricomprare la stessa quantità di asset, e a quel punto il nostro guadagno sarà uguale alla differenza tra prezzo di acquisto e prezzo di vendita.

Inoltre il mercato Forex, non è un mercato chiuso ma è un mercato aperto a tutti i tipi di trader; quindi vi possono partecipare:

  • investitori privati;
  • investitori internazionali;
  • banche centrali;
  • banche private;
  • Governi;
  • piccoli risparmiatori.

Quando operate nel mercato del forex, potrete fare trading (comprare e vendere) utilizzando coppie valutare di tutto il mondo (EUR/USD, GBP/JPY, CAD/AUD, EUR/JPY, etc…). Inoltre, il mercato del forex è un mercato molto volatile (ovvero con forti variazioni nel valore dei cambi valutari), che rimane aperto 24/24h, 5 giorni alla settimana (da Lunedì a Venerdì).

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • Binarium
    Binarium

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Trading Binario

Il trading online con le opzioni binarie, a differenza del trading con il mercato Forex, può invece essere considerato come una Forma di trading molto più giovane e con un volume d’affari di molto inferiore rispetto a quello che è il Trading Forex.

Infatti, i primi broker di opzioni binarie sono nati all’incirca nel 2008 e solo nel 2020 invece si ha avuto, con la nascita delle prime società autorizzate, i broker di opzioni binarie con licenza: ovvero una licenza rilasciata da organi di controllo e di vigilanza come appunto CySEC e CONSOB. Da quell’anno i broker di opzioni binarie hanno dovuto anche sottostare alle direttive del MiFid, così come alle leggi antiriciclaggio europee. Un broker di opzioni binarie per avere una licenza valida a livello europeo, deve ottenere relativa licenza dall’ente di controllo del proprio paese (dove ha sede legale).

A differenza del trading Forex, operare nel trading binario è molto semplice: le opzioni binarie possono davvero essere spiegate a chiunque, perché il loro funzionamento è davvero semplice. Con le opzioni binarie dovete fare una previsione sul futuro andamento del prezzo di un asset (da voi selezionato): il prezzo di tale asset aumenterà entro un determinato periodo di tempo (chiamato scadenza, scelto sempre da voi) oppure diminuirà?

Bisogna specificare che esistono diversi tipi di opzioni binarie:

  • Opzioni binarie call/put (chiamata anche alto/basso o high/low)
  • Opzioni binarie One touch (chiamate anche Tocca o Non tocca)
  • Opzioni binarie Range (chiamate anche Intervallo)
  • Opzioni binarie a breve scadenza (spesso chiamate anche “Digital options”)

Le opzioni binarie vengono chiamate binarie proprio perché l’investimento può avere solo du esisti: guadagno o perdita. Una caratteristica fondamentale delle opzioni binarie, è che fin dall’inizio saprete esattamente quanto potrete guadagnare e quanto potrete perdere dalla vostra operazione. Il guadagno per ogni opzione binaria viene chiamat “Payout” e viene calcolato in percentuale sull’importo investito: investire €100 su un’opzione binaria call, che offre un Payout pari al 85%, significa avere (potenzialmente) un guadagno totale di €185 (netto di €85).

Di solito il Payout delle opzioni binarie varia da un minimo del 60% fino ad un massimo del 90% per le opzioni binarie call/put e per quelle a breve termine. Se utilizzerete anche gli altri tipi di opzioni binarie, il Payout può raggiungere percentuali comprese tra il 150% fino al 500% del capitale investito.

E’ da notare che con le ozioni binarie potrete investire su differenti asset:

  • Titoli azionari
  • Indici azionari
  • Coppie di valute
  • Materie prime

Ovviamente, quando utilizzerete le opzioni binarie per investire non possederete mai realmente l’asset sottostante: infatti, le opzioni binarie sono dei contratti che si svolgono tra voi (il trader) ed il broker di opzioni binarie. Perciò, le opzioni binarie sono degli strumenti finanziari utili solamente per speculare sulle variazioni di valore degli asset.

Altra caratteristica delle opzioni binarie è la scadenza: la scadenza sarebbe il tempo che intercorre tra l’apertura della vostra opzione binarie (quando investite) e la chiusura della vostra opzione binaria. Vi sono differenti tipi di scadenza tra cui potrete scegliere; qui di seguito elenchiamo i più comuni:

  • Scadenze a breve termine: 30 secondi, 60 secondi, 120 secondi, 300 secondi
  • Scadenze a medio termine: 15 min, 30 min, 1h, 3h, 6h
  • Scadenze a lungo termine: 12h, 24h, 1 settimana, 1 mese

Differenza tra Opzioni binarie e Forex

Prima di andare ad esaminare quelle che sono le differenze tra il Forex trading e il trading con le opzioni binarie, andiamo a guardare quelle che possono essere invece considerate similitudini.

Similitudini

  1. Sia il mercato Forex, sia il mercato delle Opzioni binarie, sono mercati aperti; con questo intendiamo la possibilità di operare durante tutto il giorno, 24 ore su 24 durante la settimana.
  2. I broker di entrambi i mercati offrono la possibilità di fare trading online con una piccola quantità di capitale, ovvero ti offrono la possibilità di andare ad aprire un conto demo o un conto reale con un capitale minimo di investimento di circa 100-200 EUR, anche se i broker forex possono richiedere cifre maggiori.
  3. Su entrambi i mercati si può investire sia al rialzo, sia al ribasso.

Differenze

Passiamo ora ad evidenziare quelle che sono invece le differenze tra Opzioni binarie e Forex.

A questo proposito ricordiamo che:

  1. Con le opzioni binarie, abbiamo la possibilità di andare a conoscere in anticipo quello che è il profitto e il rischio, prima ancora di iniziare a fare trading.
  2. Il Forex Trading non consente di conoscere il proprio profitto fino a che non si decide di chiudere la posizione; in questo caso quindi, il guadagno è variabile e non fisso. Con le opzioni binarie si saprà fin dall’inizio sia il potenziale guadagno che la potenziale perdita.
  3. Il Trading con le opzioni binarie ha un rischio sempre più elevato rispetto a quella che è la ricompensa; ovvero il rendimento è compreso tra il 60% e l’90%, ma in caso di perdita, si rischia l’intero capitale (a meno che non si opera con opzioni binare range e opzioni binarie one touch).
  4. Con le opzioni binarie per ottenere un guadagno concreto, si deve portare a compimento una percentuale di vincite maggiori al 50%, di solito superiori al 60%.
  5. Con le opzioni binarie si può fare trading con diversi asset; mentre con il forex solamente sulle coppie di valute.
  6. Con le opzioni binarie non c’è bisogno di piazzare livelli di stop loss o take profit, che sono invece fondamentali per chi opera nel mercato forex. Anche se vi è una funzione simile chiamata “chiusura anticipata”.
  7. Le opzioni binarie sono più facili da utilizzare, perché non coinvolgono l’utilizzo di stop loss/take profit (elementi chiave del forex) e non si utilizza la leva finanziaria (arma a doppio taglio nel fore, che amplifica sia i guadagni che le perdite)

Quello che qui abbiamo voluto racchiudere, rappresenta solo un piccolo schema riassuntivo di quelle che sono le differenze ma anche le somiglianze tra il Opzioni binarie e Forex.

Entrambi i mercati portano vantaggi e svantaggi, ma sulla base di quello fin qui detto, possiamo andare a valutare quelle che sono le differenze, per poi andare ad orientarci e a provare un conto demo con un broker Forex o anche con un broker Opzioni Binarie.

Conclusioni

Il trading forex ed il trading di opzioni binarie sono due tipi di trading molto differenti: ognuno hai suoi vantaggi, non ci sono dubbi. Toccherà a voi decidere quale dei due tipi di trading fa al caso vostro. Il nostro consiglio è quello di testare sia il trading forex che il trading di opzioni binarie, utilizzando però degli account demo.

Un account demo è un tipo di account che utilizza denaro virtuale: in altre parole, non dovrete mai effettuare un deposito e non investirete mai soldi reali. Facendo pratica in entrambi i mercati, riuscirete a capire quale dei due meglio si adatta alle vostre esigenze di trading (ma anche al vostro portafoglio).

Per provare la differenza Opzioni binarie vs Forex e le tue strategie con le opzioni binarie, scegli uno dei migliori broker qui sotto e prova il trading con account demo.

Migliori Broker Trading Forex Cfd Regolamentati

Broker Caratteristiche Vantaggi Conto Demo
  • Licenza: CySEC – FCA – ASIC
  • Social Trading
  • Deposito min: 200 $
Piattaforma N.1 al mondo per il Social Trading Prova GratiseToro opinioni
  • Licenza: CySEC
  • Vasta scelta di CFD
  • Deposito min: 100 €
Piattaforma per professionisti – Vasta scelta di CFD Prova GratisPlus500 opinioni
  • Licenza CySEC
  • Piattaforma MT4
Centro di formazione completo di corsi ed ebook sul trading online. Prova GratisETFinance opinioni
  • Broker con più regolamentazioni
  • Copy trading
  • Segnali di Trading
Trading CFD e con le opzioni vanilla Prova GratisAvaTrade opinioni

* Trading in CFD. Il tuo capitale è a rischio.

Livelli statici: come sfruttarli nel trading intraday

Sfruttare i livelli statici può essere una buona strategia per il trading intraday, utilizzata oggi da moltissimi trader . A differenza dei livelli dinamici, il prezzo dei livelli statici non varia con l’avanzare del tempo. Le linee che vedrete sul grafico saranno infatti orizzontali e non oblique.

�� Con AvaProtect fai trading senza preoccupazioni! Temi di perdere con una posizione? AvaTrade ti protegge…Riduci il rischio, aumenta i vantaggi. Scopri di piu’ ⭐ Ricevi 100.000 € di denaro virtuale con un account demo gratuito >>

In analisi tecnica è molto indispensabile saper riconoscere e collocare resistenze e supporti sia in caso di trading intraday che multiday.

Per trading intraday si intende un’operatività circoscritta a una giornata; mentre il trading multiday prevede un’attività prolungata in più giorni.

Livelli statici: cosa sono?

Come individuare i livelli statici? Come fare trading basandosi su questa tecnica? In questo articolo parleremo di come collocare le resistenze e i supporti statici e di come fare trading sfruttandoli.

L’importanza dell’analisi tecnica

Prima di iniziare a parlare di livelli statici è bene spendere alcune parole sull’importanza dell’ analisi tecnica . Essa è uno dei pilastri della strategia di un trader insieme all’analisi fondamentale.

L’ analisi tecnica non è altro che lo studio dei grafici attraverso lo storico dei movimenti di prezzo . In analisi tecnica si possono usare molti indicatori o altri strumenti in grado di provare a prevedere l’andamento del valore dell’asset selezionato.

Senza la comprensione dell’ analisi tecnica è impossibile poter fare una buona sessione di trading , soprattutto nel Forex.

Nel mercato valutario e in quello delle materie prime infatti l’ analisi tecnica è molto più importante di quella fondamentale, che è invece la più influente nel mercato azionario.

Resistenze e supporti

Sia nei livelli statici che in quelli dinamici sentirete spesso parlare di resistenze e supporti . Qual è il loro significato?

Entrambi sono livelli dove il movimento dei prezzi trova un ostacolo e dunque è proprio lì che il trader spesso inizia la sua operatività.

Resistenze e supporti

La resistenza è un’area dove i prezzi durante un trend crescente trovano un ostacolo, è quindi un livello dove i trader potrebbero valutare l’ingresso short.

Il supporto invece frena la discesa dell’andamento di un asset e potrebbe essere un’occasione per i trader di effettuare un ingresso long.

Livelli statici: come individuarli

Per individuare i livelli statici bisogna stabilire il timeframe e quanti giorni di grafico analizzare. Trattandosi di trading intraday è necessario prendere in considerazione il timeframe h1 analizzando lo storico degli ultimi 7 giorni.

Livelli statici: esempio

Nel grafico potete osservare l’andamento del cambio euro dollaro dal 13 aprile al 20 aprile con candele h1, dunque ognuna di loro ha la durata temporale di un’ora.

I livelli statici sono stati inseriti unendo due o più massimi o minimi. Potete notare come spesso nell’area intorno alle linee il movimento dei prezzi tende ad arrestarsi.

Possiamo però osservare come in caso di rottura sia al rialzo che al ribasso il movimento prosegue con una forza decisamente maggiore.

Livelli statici: come operare

Compreso il posizionamento dei livelli statici possiamo ora parlare di come operare basandosi sulle linee tracciate.

È importante precisare che le resistenze e supporti sono più che altro aree e non linee, dunque il prezzo non sempre potrebbe rimbalzare su un livello preciso, ma su un’area comprendente più valori ravvicinati.

Livelli statici: grafico

L’immagine mostrata mostra in modo molto semplice come sfruttare al meglio le resistenze e i supporti .

Chi utilizza questa tecnica potrebbe effettuare il suo acquisto (long) quando il prezzo arriva in prossimità del supporto , posizionando lo stop loss sotto quest’ultimo con l’obiettivo di arrivare alla resistenza posta a valori più alti.

In prossimità di una resistenza invece il trader che sfrutta i livelli statici considererà l’ingresso short collocando lo stop loss poco più in alto e il target sul supporto successivo.

In caso di breakout rialzista il prezzo continuerà a salire andando a puntare la successiva resistenza statica. Può capitare anche un breve ritorno sul livello precedente (che da resistenza è diventata supporto ), ovvero il throwback, per poi riprendere il suo trend crescente.

Considerazioni

Il trading intraday basato sui livelli statici può apparire molto semplice e sicuramente adatto ai trader neofiti, ma può nascondere insidie profonde. Innanzitutto non è mai certo se un prezzo possa o meno rimbalzare su una resistenza o su un supporto .

In prossimità dei livelli statici i trader dovranno fare una scelta che è certamente ardua. L’unico accorgimento che tutti dovrebbero prendere è quello di collocare lo stop loss per evitare grandi perdite in caso di previsione sbagliata.

Soprattutto nel trading tramite i CFD, la possibilità che le perdite siano grandi è enorme a causa dell’effetto della leva finanziaria. Allo stesso modo grazie a quest’ultima anche i guadagni saranno molto alti se l’operazione dovesse andare a buon fine.

Il Social trading di eToro

Per fare trading intraday considerando i livelli statici è necessario registrarsi presso un broker . In Italia uno dei più comuni e popolari è certamente eToro.

Il broker è divenuto famoso grazie al Social Trading essendo stato uno dei primi ad implementarlo sulla propria piattaforma. Esso consiste nel dare la possibilità agli utenti di interagire fra loro scambiandosi opinioni e strategie sui mercati finanziari.

Trading intraday sui livelli statici su eToro

Il broker eToro offre anche una versione demo completamente gratuita sulla propria piattaforma dove è possibile fare trading con denaro virtuale sui mercati reali. È un buon modo di iniziare perché non si corre nessun rischio e si fa pratica.

La bassa barriera di ingresso di IQ Option

IQ Option è un altro broker su cui vale la pena porre l’attenzione per chi vuole sfruttare i livelli statici e ottenere profitti grazie al trading online .

La sua piattaforma è molto accattivante e disponibile anche su dispositivi mobile, sia iOS che Android, oltre alla versione web.

Trading multiday basato sui livelli statici su IQ Option

IQ Option consente ai propri iscritti di fare trading online con poco denaro, infatti il deposito minimo è di soli 10€, mentre su ogni operazione il trader può investire anche un solo euro!

Il broker è quindi accessibile a molte persone e per questo motivo il numero iscritti cresce ogni anno!

Migliori Broker Trading Forex Cfd Regolamentati

Broker Caratteristiche Vantaggi Conto Demo
  • Licenza: CySEC – FCA – ASIC
  • Social Trading
  • Deposito min: 200 $
Piattaforma N.1 al mondo per il Social Trading Prova GratiseToro opinioni
  • Licenza: CySEC
  • Vasta scelta di CFD
  • Deposito min: 100 €

Piattaforma per professionisti – Vasta scelta di CFD Prova GratisPlus500 opinioni
  • Licenza CySEC
  • Piattaforma MT4
Centro di formazione completo di corsi ed ebook sul trading online. Prova GratisETFinance opinioni
  • Broker con più regolamentazioni
  • Copy trading
  • Segnali di Trading
Trading CFD e con le opzioni vanilla Prova GratisAvaTrade opinioni

* Trading in CFD. Il tuo capitale è a rischio.

Come fare trading con i ritracciamenti di Fibonacci?

Le linee di Fibonacci sono un potente strumento di analisi tecnica, che possono essere applicate sia al trend al ribasso, che al trend al rialzo, a tutti gli asset e a tutti gli intervalli temporali. Lo strumento viene rappresentato sul grafico come una serie di linee orizzontali che corrispondono al rapporto di Fibonacci 23,6%, 38,2%, 50%, 61,8% e 100%. Viene utilizzato per determinare i possibili livelli di supporto e resistenza. Lo strumento prende il proprio nome dal matematico italiano Fibonacci, vissuto nel 13° secolo, e dalla sua sequenza matematica.

Come usare le linee di Fibonacci nel trading?

Per utilizzare con efficacia questo strumento, prima è necessario comprendere cosa rappresentano i livelli di supporto e resistenza. I livelli di supporto e resistenza sono barriere psicologiche che il prezzo dovrebbe testare durante il proprio movimento in una particolare direzione. Avvicinandosi a uno dei livelli, il trend può continuare il proprio movimento o rimbalzare indietro e dimostrare un’inversione. Alcuni esperti ritengono che le inversioni di tendenza si verifichino più spesso intorno alle linee di ritracciamento.

Il ritracciamento è parte di un trend più ampio

Un ritracciamento è un movimento del prezzo a breve termine che va in direzione opposta al trend principale, e le linee di Fibonacci sono perfette per identificare quei momenti. Lo strumento può essere impiegato per determinare sia le opportunità di acquisto che di vendita. Durante un trend al rialzo, il ritracciamento di Fibonacci può essere usato come un segnale all’acquisto durante il momento del pullback. Durante un trend al ribasso, le linee di Fibonacci possono essere usate per determinare le posizioni ottimali per la vendita short. Alcuni trader ritengono che il livello di ritracciamento più importante da seguire sia quello di 61,8, il che può essere spiegato con la psicologia di base del mercato. La possibilità che il prezzo oscilli entro quest’area è maggiore a causa della forte pressione all’acquisto o alla vendita (a seconda della direzione del trend). Ricorda che il ritracciamento può essere confuso con l’inversione del trend, il che potrebbe avere effetti negativi sulla tua prestazione di trading.

I punti in cui l’azione del prezzo esita in prossimità delle linee di Fibonacci sono evidenziati in giallo

È consigliabile associare alle linee di Fibonacci un indicatore di momentum (come l’oscillatore stocastico o il MACD).

Impostazione e applicazione

L’impostazione del ritracciamento di Fibonacci è semplice.

1. Clicca sul pulsante “Strumenti grafici” e seleziona “Linee di Fibonacci” dall’elenco degli strumenti disponibili.

2. Individua i massimi e i minimi delle oscillazioni più recenti. Per i trend al ribasso, clicca sul massimo dell’oscillazione e trascina il cursore verso il minimo oscillatorio più recente. Per i trend al rialzo, fai l’opposto: clicca sul minimo oscillatorio e trascina il cursore sul più recente punto più alto dell’oscillazione.

3. I livelli di ritracciamento di Fibonacci appariranno sul grafico del prezzo.

Conclusione

Il ritracciamento di Fibonacci è uno strumento di analisi tecnica interessante con funzionalità limitate, ma estremamente utili. Le linee di Fibonacci ti permettono di identificare i punti ottimali di ingresso durante i cosiddetti ritracciamenti. I trader, comunque, devono tenere a mente che i livelli di supporto e resistenza dallo strumento non sono sempre infallibili. Al contrario, essi rappresentano “aree di interesse”. Il ritracciamento di Fobonacci non fornisce informazioni sufficienti per poter essere adottato come indicatore principale, ma può diventare uno strumento complementare utile per prendere decisioni a medio e a lungo termine.

Il presente articolo non rappresenta un consiglio di investimento. Qualsiasi riferimento a movimenti o livelli di prezzo passati è di carattere informativo e basato su analisi esterne, non forniamo alcuna garanzia che tali movimenti o livelli si possano ripresentare in futuro.
In conformità con i requisiti imposti dall’Autorità europea degli strumenti finanziari e dei mercati (ESMA), il trading con le opzioni binarie e digitali è disponibile esclusivamente ai clienti categorizzati come clienti professionisti.

INFORMATIVA GENERALE SUI RISCHI

I CFD sono strumenti complessi e comportano il rischio elevato di perdere soldi rapidamente a causa dell’effetto leva.
Il 87% degli account degli investitori al dettaglio perdono soldi quando fanno trading con CFD tramite questo fornitore.
Dovresti assicurarti di aver compreso il funzionamento dei CFD e se puoi permetterti di assumerti l’alto rischio di perdita del tuo denaro.

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • Binarium
    Binarium

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Like this post? Please share to your friends:
Come scegliere un broker di opzioni binarie
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: