Il Pil Americano in ripresa secondo gli ultimi dati

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • Binarium
    Binarium

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Il Pil Americano in ripresa secondo gli ultimi dati

È salito oltre le attese il Pil Usa del secondo trimestre. Tra aprile e giugno l’aumento – dalla prima lettura del Dipartimento del commercio – è stata del 4% in rialzo dal -2,1% del primo trimestre (dato rivisto dal -2.9%). È un risultato che supera le stime degli analisti che si aspettavano una crescita del +3%.

A supportare la crescita è stata principalmente la componente dei consumi privati che, nel secondo trimestre, ha registrato un aumento del +2,5% dopo il +1,2% del primo trimestre dell’anno. Stando ai dati del governo, nel trimestre in merito, l’indice Pce dei prezzi dei prodotti di uso personale è aumentato al ritmo annualizzato del 2,3%, in forte accelerazione riguardo al primo trimestre e oltre l’obiettivo di lungo termine dell’inflazione del 2%. Le esportazioni, sono cresciute nel trimestre del 9,5% mentre le importazioni sono cresciute in misura maggiore, pari all’11,7%.

La differenza nelle scorte aziendali, stimata 93,4 miliardi di dollari contro i 35,2 miliardi del primo trimestre, ha portato 1,66 punti percentuali al pil nel periodo, indice che le aziende prevedono una ripresa forte nel tempo che porti a un aumento della domanda. Al netto della variazioni nelle scorte, l’aumento è stato del 2,3% contro la contrazione dell’1% avutasi nei tre mesi precedenti. Gli investimenti aziendali sono aumentati del 5,5% mentre gli investimenti residenziali fissi sono cresciuti del 7,5% dopo due trimestri consecutivi di flessione. Consistente anche il contributo governativo, che ha implementato le spese e gli investimenti nel trimestre dell’1,6%. Questo aumento del Pil potrebbe rinforzare la tesi di chi pensa che i tassi potrebbero tornare a salire a inizio 2020. Inoltre per la prima volta dal 2020, l’inflazione nel trimestre ha superato la fascia del 2% fissata dalla Fed.

Tag: pil

Il Pil Americano in ripresa secondo gli ultimi dati

È salito oltre le attese il Pil Usa del secondo trimestre. Tra aprile e giugno l’aumento – dalla prima lettura del Dipartimento del commercio – è stata del 4% in…

di Luigi Boggi – 2 Agosto 2020

L’economia americana ancora in forte crisi

Il Fondo monetario internazionale ha nuovamente tagliato le stime sul Pil 2020 degli Stati Uniti portandolo da +2% a +1,7%. Il dato è stato diffuso dal Consiglio esecutivo del Fondo…

di Luigi Boggi – 25 Luglio 2020

Italia: rallenta il PIL ma non troppo

La crisi è ancora molto importante nel Vecchio Continente e nel nostro paese in particolare. Tanto che seppure si pensa che l’Europa sia ormai fuori dalla recessione, non si può…

di Luigi Boggi – 22 Agosto 2020

Atene: PIL rallenta la discesa ma non c’è lavoro

La situazione di Atene, in questo momento, appare molto controversa agli investitori internazionali visto che il paese si è preparato dopo l’austerity a tornare in corsa, ma non migliora la…

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • Binarium
    Binarium

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

di Luigi Boggi – 13 Agosto 2020

Italia: cresce ancora il rapporto debito-Pil

La situazione del Belpaese continua a preoccupare gli investitori ma non in consumatori. Sta diventando una brutta gatta da pelare per i politici che oltre a risolvere il problema dell’occupazione…

di Luigi Boggi – 25 Luglio 2020

UE: finta la recessione del Regno Unito

Appena si è aggravata la condizione del Vecchio Continente, tantissimi analisti hanno provato ad individuare i paesi e le economie maggiormente a rischio. Il dito è stato puntato sulla Francia…

di Luigi Boggi – 30 Giugno 2020

Opzioni binarie: il debito italiano tra cinque anni

Il nostro paese deve fare i conti con l’aumento del debito pubblico degli ultimi anni che potrebbe durare ancora a lungo, infatti, anche nei prossimi anni, non si prevede una…

di Luigi Boggi – 15 Aprile 2020

Le oscillazioni del PIL, cosa si prevede

Il PIL e le sue oscillazioni sono senz’altro un terreno da coltivare per chi si occupa di opzioni binarie nel senso che guardando alle prospettive economiche globali e locali si…

di Luigi Boggi – 21 Dicembre 2020

Le stime dell’Ocse sull’economia italiana

L’OCSE periodicamente pubblica una serie di considerazione sull’economica dei paesi dell’UE e non solo. In pratica prova a calcolare come crescerà il PIL di un paese e quale sarà il…

di Luigi Boggi – 28 Novembre 2020

I dati sul PIL della zona Euro

Non solo il Giappone, nel terzo trimestre dell’anno, presenta una flessione del PIL. Il prodotto interno lordo ha difficoltà anche in Europa ad ascendere verso livelli di sicurezza. Dalla zona…

di Luigi Boggi – 16 Novembre 2020

Opzioni binarie 60 secondi: cosa sapere

di Valentina Cervelli

Opzioni binarie vietate: tiriamo le somme

di Valentina Cervelli

Opzioni binarie, gli indicatori più importanti per principianti

di Valentina Cervelli

Trading: 24Option sospesa da Consob in Italia

di Valentina Cervelli

Opzioni binarie, Bande di Bollinger e Oscillatore RSI

di Valentina Cervelli

OpzioniBinarieLive is part of the network IsayBlog! whose license is owned by Nectivity Ltd.

Managing Editor: Alex Zarfati

OpzioniBinarieLive è un sito esclusivamente divulgativo e non può essere ritenuto responsabile degli investimenti effettuati dagli utenti.

L’economia cinese in ripresa dopo la crisi del coronavirus

Secondo un rapporto di Bloomberg, l’economia cinese sarebbe già in ripresa dopo l’arresto dovuto al coronavirus.

L’economia cinese sta iniziando a riprendersi, mentre il governo segnala progressi nella lotta contro l’epidemia di coronavirus che ha ucciso 3.136 persone, contagiandone complessivamente 80.754.

I controlli del governo e le restrizioni alla circolazione per oltre la metà della popolazione cinese hanno ridotto sia i consumi che la produzione. Molte fabbriche sono chiuse o non funzionano ancora a pieno regime a causa di mancanza di personale o scorte limitate di materie prime.

Si tratta dunque di una situazione critica che impatta non solo sull’economia cinese, in cui la domanda domestica rappresenta il 60% del Pil, ma anche sull’economia mondiale.

Secondo i dati dell’Ocse, infatti, le proiezioni di crescita del Pil globale per il 2020 sono diminuite di mezzo punto percentuale, passando dal 2,9% al 2,4%. Se l’epidemia dovesse protrarsi più a lungo del previsto, la crescita globale potrebbe fermarsi solo all’1,5%.

Cina in Crescita

Tuttavia, secondo un rapporto di Bloomberg, gran parte dell’assetto industriale cinese sta funzionando a meno della piena capacità o è ancora inattivo, ma ci sono segnali di ripresa.

Nella scorsa settimana, infatti, l’economia cinese ha funzionato intorno al 70% della sua capacità potenziale, facendo così registrare un miglioramento rispetto alla settimana precedente, mentre China International Capital Corp ha stimato che, all’8 marzo, la capacità produttiva cinese ammontava precisamente al 76% rispetto ai livelli usuali.

La domanda di carbone per produrre elettricità è stata la più alta da lunedì 21 gennaio, ma è ancora inferiore di circa il 20% rispetto ai dati di un anno fa.

Alla domanda di elettricità si affianca il trend delle emissioni inquinanti causate dall’attività industriale, evidenziando una massiccia riduzione durante il picco della crisi, pari a quasi 100 tonnellate metriche di anidride carbonica, e una ripresa negli ultimi giorni, secondo i dati del Center for Research on Energy and Clean Air.

Xi Jinping visita Wuhan

In questo contesto, la visita di Xi Jinping a Wuhan, capoluogo della provincia cinese dell’Hubei, rappresenta il simbolo della ripresa cinese. In quest’ottica, l’assetto statalista del sistema cinese permette sicuramente una velocità di risposta diversa rispetto al mondo occidentale.

Il governo ha infatti prontamente stabilito il taglio tassi, sgravi fiscali e prestiti agevolati ai soggetti maggiormente colpiti dalla crisi, ossia famiglie e PMI. Inoltre, la crisi si è trasformata in un’occasione per sperimentare e potenziare i sistemi di telepresenza, smart working e riconoscimento facciale.

Dalla Sars al Coronavirus: un nuovo balzo in avanti ?

Rispetto alla crisi SARS del 2002, l’epidemia causata dal coronavirus giunge in un momento particolare. La crescita, sebbene elevata e con tassi obiettivo intorno al 6%, non è più inarrestabile e a doppia cifra, anche a causa della guerra commerciale con gli Stati Uniti.

Tuttavia, i dati forniti dalla Banca Mondiale mostrano che l’economia cinese, dopo il breve rallentamento avvenuto tra il 2002 e il 2003, è ripartita rapidamente, arrivando a toccare, negli anni immediatamente successivi alla Sars, picchi intorno al 14%. Su queste basi, considerando anche la maggiore solidità raggiunta dal sistema nell’ultimo ventennio, non è azzardato immaginare anche stavolta una rapidissima ripresa e, addirittura, un nuovo grande balzo in avanti.

L’autore

Esperto in Relazioni internazionali e Geopolitica

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • Binarium
    Binarium

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Like this post? Please share to your friends:
Come scegliere un broker di opzioni binarie
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: