L’uso della media EMA per ottimi risultati di investimento

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • Binarium
    Binarium

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

L’uso della media EMA per ottimi risultati di investimento

Gli indicatori per l’analisi tecnica rappresentano uno dei motivi per cui il trading binario può essere reso più vicino alle esigenze dei trader esperti che, grazie proprio ad una serie di strumenti efficaci possono seguire la volatilità dei mercati e soprattutto la formazione di trend decisi nel tempo. Scopriamo quindi l’indicatore EMA, ovvero la Media Mobile Esponenziale, uno strumento statistico in grado di offrire previsioni aderenti alla realtà che va formandosi nei complessi mercati per opzioni binarie.

Frequentando mercati come il forex, anche un trader principiante può rendersi conto della necessità di sfruttare strumenti che permettano di ottenere una previsione stabile e soprattutto aperta ad ulteriori analisi in campo opzioni binarie. Tra gli strumenti essenziali per dare vita ad un approccio obiettivo in questo campo, troviamo gli indicatori statistici, di cui un elemento di massimo spicco è dato dall’EMA, che altro non è se non l’indicatore di media mobile esponenziale.

Tale indicatore è uno dei “prodotti” delle scienze matematiche più apprezzato anche nel mondo delle opzioni binarie, in quanto consente di formulare ipotesi coerenti sulla formazione dei prezzi in corso, così come di ottenere una previsione quanto più oggettiva possibile sull’avvenire dei titoli e delle opzioni che poniamo in acquisto o vendita.

L’indicatore EMA, come si può capire da queste caratteristiche, nasce in primo luogo per sopperire alle caratteristiche iper-semplificate del semplice SMA, ovvero la media mobile classica, spesso ancorata a schemi di calcolo effettivamente troppo rigidi per un mercato in piena e continua evoluzione come quello delle opzioni binarie.

La tracciatura dell’EMA, che spesso consiste in una linea ondulata che segue le candlestick in formazione del grafico, ricerca i timeframe in cui il prezzo in formazione è più recente, rilevando inoltre importanti dati sulla formazione dei valori che precede il momento attuale. Il grafico può avere diversi periodi di riferimento, tra cui quelli relativi alle medie a breve e lungo termine, rilevando eventuali punti di contatto tra il timeframe short (di breve periodo) e long (di lungo termine, in particolar modo a rialzo), in cui possiamo perciò interpretare un trend positivo in formazione per il futuro.

Calcolare l’EMA è possibile con pochi accorgimenti del tutto lineari: innanzitutto rileveremo un valore in percentuale dell’attuale valore dei prezzi (in termini di peso che assegnerà il trader a seconda del timeframe e delle personali previsioni) a cui seguirà la percentuale inversa del valore preso come ultimo riferimento; ad esempio 30% e 70%. Il tutto verrà suddiviso secondo la formula 2 / (periodo considerato + 1), dove sostituiremo a “periodo considerato” il numero di giorni oggetto dell’osservazione.

Il procedimento di rilevazione adottato con la media mobile esponenziale, adottata da sempre più operatori, è particolarmente adatto ad istruirci su come i mercati possano presentare fluttuazioni più o meno incisive a seconda del periodo osservato, concedendoci così di avvicinarci a previsioni particolarmente affinate e remunerative nel mondo delle opzioni binarie, senza per questo rinunciare a standard di sicurezza che dovrebbero far parte delle qualità essenziali di ogni trader, principiante o avanzato, che si rispetti.

Investire oggi, consigli e guida per il successo

Giugno 4, 2020 by Redazione

Investire Oggi in maniera intelligente, senza fregature e senza farsi spennare dalle commissioni: è possibile oppure è un sogno?

La risposta è sì: anche se la storia finanziaria recente ci ha mostrato tanti casi in cui investire affidandosi agli intermediari italiani (banche, fondi, promotori finanziari) è stato un terribile fallimento, oggi si può investire senza rischi in modo intelligente, con la certezza di non subire fregature e senza pagare commissioni o costi di nessun tipo.

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • Binarium
    Binarium

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Questo articolo esamina nel dettaglio le migliori opportunità di investimento disponibili oggi. Presentiamo anche alcune piattaforme per investire facili da usare, sicure e alla portata di tutti come eToro (clicca qui per il sito).

Investire Oggi Consigli

Vuoi investire 10, 100, 1000 euro o di più? Sei nell’articolo giusto, in quanto all’interno di questa nostra mini-guida ci stiamo apprestando a scrivere tutti i migliori consigli della storia.

Ecco dunque come investire oggi attraverso idee semplici ed efficaci. Alcuni degli investimenti che presentiamo sono veramente accessibili a tutti: bastano appena 100 euro, in effetti, per cominciare a investire con successo sui mercati finanziari.

Il consiglio che diamo è quello di non lasciarsi scoraggiare dalle proprie convinzioni limitanti: gli investimenti sono aperti a tutti, non solo a coloro che hanno un capitale elevato. Inoltre, possono investire oggi anche coloro che partono veramente da zero e non hanno alcun tipo di preparazione specifica. Come? Ad esempio, ci sono ottimi corsi che spiegano, passo a passo, come si fa a investire con successo. Uno dei migliori è quello elaborato e pubblicato dal broker Investous.

Il corso di Investous è completamente gratuito, facile da leggere e adatto anche ai principianti: puoi scaricare gratis il corso cliccando qui.

Questo corso è particolarmente apprezzato da chi comincia senza sapere nulla di investimenti perché non usa paroloni tecnici ma spiega le cose in modo semplice. Il corso di Investous (in realtà un ebook, un libro elettronico) spiega chiaramente come si fanno investimenti speculativi sui mercati finanziari. Questo tipo di investimenti oggi sono particolarmente efficaci e possono avere rendimenti elevatissimi. Ecco perché la guida di Investous è così apprezzata e scaricata.

Per inciso, ricordiamo che tutti gli iscritti di Investous possono ricevere, in modo completamente gratuito, l’assistenza di un vero esperto di investimenti che spiega, passo a passo, come operare sui mercati finanziari per ottenere sempre il massimo risultato con il minimo rischio. Con i consigli di questo esperto è veramente difficile sbagliare. Puoi iscriverti gratis su Investous cliccando qui.

Investire Oggi: guida

In questa guida ci riferiamo soprattutto agli investimenti speculativi. Questi investimenti, infatti, possono garantire dei rendimenti molto elevati e non richiedono un grande capitale, visto che è possibile investire con appena 100 euro.

Sono disponibili diversi mercati finanziari dove è possibile fare investimenti ad alto tasso di rendimento. Elenchiamo i principali mercati dove è possibile investire con un capitale iniziale di appena 100 euro (in qualche caso anche meno):

Prima di procedere è importantissimo sottolineare che è possibile effettuare investimenti sia al rialzo che al ribasso. Questo significa che si possono ottenere profitti sia quando i mercati sono positivi sia quando sono negativi.

E’ un elemento veramente molto importante da considerare: di solito si pensa che si possono ottenere profitti solo quando i mercati salgono ma è falso. Gli investitori più furbi sanno bene che è possibile trarre vantaggio da qualunque condizione di mercato.

Quando un asset finanziario sta salendo, conviene comprarlo. Quando invece sta scendendo conviene venderlo allo scoperto. La vendita allo scoperto è un’operazione speculativa che consente di ottenere un profitto quando il prezzo di un asset finanziario scende. Questo investimento è disponibile oggi al grande pubblico mentre fino a pochi anni fa era una possibilità offerta solo agli investitori professionisti. In pratica, investire oggi sui mercati finanziari significa fare previsioni sull’andamento degli asset quotati. Se si prevede che il prezzo sale, si compra. Se si prevedere che il prezzo scende, si vende allo scoperto.

Come si fanno le previsioni? E’ possibile utilizzare l’analisi tecnica, cioè osservare i grafici delle quotazioni dei titoli finanziari per determinare l’andamento futuro, oppure utilizzare l’analisi fondamentale cioè analizzare i fondamenti di un asset finanziario (ad esempio: bilancio per un’azione, andamento dell’economia per una valuta, ecc…).

Molti principianti che vogliono investire oggi ma non hanno la preparazione adeguata per fare previsioni preferiscono utilizzare i segnali di trading. Questi segnali sono elaborati da centri di analisi finanziari e sono indicazioni su situazioni di mercato in cui conviene investire perché ci sono buone probabilità di profitto.

Tra i migliori servizi di segnali di trading segnaliamo quello di Investous. I segnali di Investous sono completamente gratuiti e sono veramente buoni. Il livello di affidabilità che hanno dimostrato negli anni è più che soddisfacente. Segnali di questo tipo sono venduti di solito in abbonamento e l’abbonamento è piuttosto costoso (basta andare a vedere quanto costano i segnali di Timothy Sikes) ma Investous offre il suo servizio gratuitamente: basta cliccare qui per ottenere gratis i segnali di Investous.

Qui sotto prensentiamo l’elenco delle migliori piattaforme per investire sui mercati finanziari. Sono tutte piattaforme autorizzate e regolamentate, quindi affidabili e sicure. L’ordine con cui sono presentate non rappresenta una classifica: sono tutte ottime piattaforme e alcune (come Investous) offrono anche utilissimi servizi aggiuntivi che possono fare davvero la differenza.

Fondi Comuni di Investimento: come scegliere i migliori

Fondi comuni di investimento: una guida per scegliere

I fondi comuni di investimento sono, in linea di massima, uno strumento inefficiente per investire i tuoi risparmi. Essi presentano ALMENO due tipologie di costo:

  • le commissioni di ingresso – pagate direttamente dal cliente – che ammontano a circa il 3-5% della somma investita;
  • le commissioni di gestione – prelevate dal portafoglio del fondo – che contribuiscono alla cattiva performance di molti prodotti.

A dispetto di ciò il risparmio gestito continua a mietere le sue vittime crescendo negli anni. Come mai prodotti così scadenti continuano ad esistere? E quali possono essere gli strumenti migliori da scegliere, se ce ne sono?

Fondi comuni di investimento: perché una volta andavano bene

Fino al 2002, anno in cui arrivarono sul mercato italiano gli ETF, i fondi comuni erano l’unico strumento finanziario che permetteva una ampia diversificazione del portafoglio. Solo chi disponeva di grandi capitali, infatti, avrebbe potuto diversificare sui mercati azionari (soprattutto esteri), mentre il comune investitore si trovava di fronte ad un bivio:

investire in pochi titoli, concentrando il proprio patrimonio, oppure affidarsi ai fondi comuni di investimento.

In mancanza di alternative valide per investire, i fondi di investimento rappresentavano una soluzione efficace per affrontare i mercati finanziari riducendo di molto la volatilità. Hai presente quando ti trovi in un posto isolato durante una calda giornata di estate e hai molta sete?

All’improvviso ti appare un chiosco che vende bibite fresche. Tale è il tuo desiderio di bere che sei disposto a pagare “qualche cosa in più” pur di dissetarti. Allo stesso modo, pur di diversificare, gli investitori sono stati a lungo disposti a pagare per sottoscrivere i fondi comuni di investimento.

Poi sono arrivati gli ETF che, a fronte di un costo bassissimo, replicano ampi indici finanziari. E i fondi comuni oggi hanno molto meno senso rispetto ad una decina di anni fa.

Che cosa compri scegliendo i fondi di investimento

Sottoscrivendo dei fondi comuni di investimento acquisti due servizi contemporaneamente:

  • la diversificazione
  • la gestione dei tuoi risparmi nel tentativo (vano nel 90% dei casi) di guadagnare di più del mercato sottostante nel suo complesso.

Se mi hai seguito fino a qui, giustamente ti porrai una domanda:

se posso avere la diversificazione a basso prezzo grazie agli ETF, dovrei sottoscrivere fondi comuni molto performanti altrimenti le commissioni non sono giustificate e fanno a pezzi i rendimenti

Sì, è proprio così. Perché ci sono alcune categorie di fondi di investimento assolutamente da evitare, mentre altre da prendere in considerazione per decidere dove investire.

Le categorie buone e quelle cattive dei fondi comuni di investimento

I fondi comuni di investimento sono suddivisi in categorie, a seconda del mercato in cui investono. Alcune di esse sono molto precise (pensa, ad esempio, ai fondi azionari specializzati sul mercato Danese), altre molto più ampie (azionari internazionali, bilanciati prudenti e così via).

Il sito di riferimento per studiare i fondi comuni è morningstar.it. Lì trovi anche tutte le categorie disponibili per i fondi. Ora vorrei condividere con te il messaggio forte di questo post:

Non ha molto senso investire in fondi comuni troppo specifici, ossia in prodotti che investono su un singolo mercato. Scegli, invece, fondi di investimento ad ampia delega (possibilmente globali) e con un’ottima storia di performance alle spalle.

Meglio, infine, stare sui fondi azionari evitando i prodotti obbligazionari che costano troppo in relazione a ciò che offrono.

Il motivo è presto detto. Se il gestore ha pochi gradi di libertà (ad esempio non può comprare nulla di diverso dalle azioni italiane), le probabilità di guadagno rispetto ad un ETF sono limitate. Il fondo ha costi ben superiori a quelli di un prodotto che si limita a replicare le performance dell’indice sottostante ma il gestore ha pochi strumenti per battere il mercato:

  • o individua i titoli migliori all’interno del mercato stesso
  • o cerca di fare “timing”, ossia di entrare ed uscire al momento giusto.

Purtroppo, però, i fondi comuni di investimento legano le mani ai gestori nel senso che:

  • sovente i titoli più promettenti sono quelli a bassa capitalizzazione e poco scambiati, ma il fondo non li può comprare in quanto troppo “sottili”
  • il regolamento impone al gestore di avere investito almeno il 70-80% del patrimonio in azioni e il gestore non può allontanarsi da questa soglia nemmeno se il mercato dovesse “crollare”.

Ecco allora che non ha senso scegliere fondi comuni di investimento troppo specializzati, perché in linea generale, i costi non vengono ripagati. Se vuoi investire su un mercato azionario o su un mercato obbligazionario specifico, usa gli ETF.

Abbiamo visto che con i fondi comuni di investimento paghi per ricevere una gestione professionale del risparmio. Benissimo, allora tanto vale cercare di individuare i migliori gestori nell’ambito di quelle categorie che lasciano mano libera al professionista.

Se pago almeno voglio dargli la possibilità di lavorare, non credi? Ecco le categorie all’interno delle quali cercare (se esistono) i fondi comuni di investimento “migliori”:

  • azionari globali
  • flessibili
  • bilanciati

Non è comunque necessario investire per forza in fondi comuni per ottenere guadagni consistenti. Grazie a 4 investimenti efficienti puoi ottenere ottimi rendimenti anche senza la necessità di usare fondi ma basandoci, invece, su ETF a basso costo.

Giacomo Saver – Direttore e Fondatore di Segretibancari.com

Segreti Bancari per te

Sei in difficoltà con le tue scelte finanziarie? Permettimi di aiutarti. Prova gratuitamente i Servizi di Segreti Bancari pensati per le tue esigenze e per il tempo a tua disposizione:

Ho tempo, voglio imparare ad investire

Sei una persona intraprendente che vuole imparare ad investire da sola? Prova gratuitamente “A Scuola di Investimenti” i corsi di Segreti Bancari per imparare ad investire in autonomia.

Non ho tempo, dimmi dove investire

Scopri l’Investment Club, il servizio informativo adatto agli investitori con poco tempo e con disponibilità di almeno 100.000 €

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • Binarium
    Binarium

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Like this post? Please share to your friends:
Come scegliere un broker di opzioni binarie
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: