L’IMU bocciata dall’UE, bocciatura anche per l’Italia

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • Binarium
    Binarium

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Ufficiale: Manovra dell’Italia bocciata dall’UE. Conte: “Non siamo giocatori d’azzardo”

23 Ottobre 2020 – 16:38

23 Ottobre 2020 – 17:19

Arriva il responso della Commissione Europea: la Manovra del governo Lega-5 Stelle è stata bocciata. Moscovici: “Tre settimane per correggere”.

La Manovra dell’Italia è stata respinta dalla Commissione Europea. Questa è la decisione presa da Bruxelles che, come ci si aspettava, non ha preso per buone le motivazioni del nostro governo contenute nella lettera inviata dal ministro Tria.

Per la prima volta quindi nella storia dell’Unione Europea è stata bocciata tout court una legge di Bilancio presentata da uno Stato membro: l’Italia ora avrà tempo fino al 13 novembre per apportare delle modifiche, altrimenti scatterà una procedura d’infrazione.

Lega e Movimento 5 Stelle comunque non sembrerebbero essere interessate a modificare la Manovra. Sulla stessa linea d’onda anche il premier Conte, che ha assicurato di nuovo come “questo esecutivo non porterà l’Italia fuori dall’Euro”.

Italia bocciata dalla Commissione Europea

Cronaca di una bocciatura annunciata. Come era nelle previsioni la Commissione Europea ha respinto la Manovra presentata dall’Italia. Una decisione ampiamente prevista viste le parole dei giorni scorsi pronunciate non soltanto dal presidente Pierre Moscovici, ma anche dagli altri Stati membri.

Con in testa l’Austria, gli altri Paesi avevano infatti invocato il massimo rigore della Commissione nei confronti dell’Italia, rea di aver alzato in maniera decisa l’asticella del deficit nonostante l’elevato debito pubblico.

L’Italia però al momento è soltanto “rimandata a settembre”. Anzi per la precisione al 13 novembre, visto che il nostro governo avrà tre settimane di tempo per apportare le modifiche richieste dall’UE pena l’apertura di una procedura di infrazione.

La bocciatura però è storica visto che mai era accaduto prima d’ora. Uno stop che arriva dopo il declassamento deciso dall’agenzia di rating Moody’s, mentre venerdì sarà Standard and Poor’s a rendere nota la sua decisione.

La Commissione non interviene su scelte di politica interna – ha affermato Moscovici durante la conferenza stampa post bocciatura – ma l’Italia deve ridurre il suo debito pubblico e la Manovra non la diminuirà”.

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • Binarium
    Binarium

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Per il presidente della commissione agli Affari Economici quella di oggi è soltanto “una prima tappa visto che l’Italia avrà tre settimane per presentare un progetto rivisto, il dialogo continua e la porta rimane aperta”.

Lo spread al momento è in rialzo ma comunque stabile a quota 316 punti base. In calo Piazza Affari ma, con l’ufficialità ora della Manovra respinta, il rischio è che le acque dei Mercati possano agitarsi.

Le reazioni del governo

Lo stop alla Manovra da parte della Commissione Europea non è un fulmine a ciel sereno per il governo. Il parere negativo infatti era stato ampiamente messo in previsione nel momento in cui Tria ha ribadito all’Ue la volontà di non fare passi indietro.

Non esiste alcun piano B – ha commentato il premier Giuseppe Conte a Bloomberg – Ho detto che il deficit al 2,4% del Pil è il tetto. Posso dire che questo sarà il nostro tetto. Il Governo è pronto ad attuare una nuova tornata di tagli alla spesa se necessario. Dovete considerare che non siamo giocatori d’azzardo che scommettono sul futuro dei propri figli alla roulette”.

Comunque fiducioso per una crescita del Pil è Luigi Di Maio: “La stima di crescita ci sarà e non vogliamo andare a rivedere i termini della Manovra perché quella stima è esatta. Perchè non ci sono troppe spese in questa legge di Bilancio ci sono tanti tagli alle cose inutili”.

Molto più duro nei toni è invece Matteo Salvini, per il quale “non stanno attaccando un Governo, ma un popolo. Sono cose che fanno irritare ancora di più gli italiani e poi qualcuno si lamenta che l’Unione Europea è al minimo della popolarità”.

Iscriviti alla newsletter Notizie e Approfondimenti per ricevere le news su Commissione Europea

Manovra bocciata dall’Europa, cosa succede ora. I rischi per l’Italia

L’Italia ha tre settimane di tempo per ripresentare il testo. Ma i saldi non cambieranno. Come funziona l’eventuale procedura di infrazione

Il presidente della Commissione, Jean Claude Juncker

Roma, 23 ottobre 2020 – Tre settimane di tempo, poiВ chissГ . La Commissione europea ha formalizzato all’Italia la richiesta di ripresentare il progetto di Bilancio sul 2020 alla luce del fatto che quello attuale “non rispetta nГ© le raccomandazioni del Consiglio europeo, nГ© gli stessi impegni presi dall’Italia”. Manovra bocciata dall’Europa: ora il governo italiano ha tre settimane di tempo per ripresentarla. “Dialogo costruttivo con Ue, ma i saldi di bilancio non cambiano”, aveva chiarito il ministro dell’Economia, Giovanni Tria, dopo la lettera di Bruxelles che anticipava il giudizio negativo. Una versione ribadita dai vicepremier Luigi Di Maio e Matteo Salvini. Che, stando almeno alle dichiarazioni sbandierate a piГ№ riprese, non dovrebbero modificare il testo.

CosГ¬ il giudizio della Commissione sulla nuova bozza non dovrebbe cambiare. A quel punto Bruxelles dovrebbe percorrere la strada dell’apertura di una procedura di infrazione per deficit eccessivo e violazione delle regole sul debito. In ogni caso il 5 novembre il dossier della manovra gialloverde arriverГ al tavolo dell’Eurogruppo con i ministri economici e finanziari dei 19 Paesi della moneta unica. Nei giorni scorsi, il presidente della Commissione Jean Claude Juncker ha giГ anticipato che gli spazi di trattativa sono davvero ridottissimi.

“So, e alcuni colleghi l’hanno detto al telefono, hanno detto che non vogliono aggiungere flessibilitГ alle flessibilitГ esistenti all’Italia – ha detto Juncker -. Non ГЁ nostra intenzione procedere in questo senso. L’Italia ГЁ stata capace, negli ultimi tre anni, di spendere 30 miliardi di euro in piГ№ senza sanzioni. Quindi siamo stati molto gentili e positivi con l’Italia, perchГ© l’Italia ГЁ l’Italia”.

La procedura per deficit eccessivo non ГЁ una novitГ assoluta (nel 2020 toccГІ a Spagna e Portogallo). Tra le sanzioni previste anche quella che piГ№ ci riguarda, laВ pecuniaria. E’ prevista dall’articolo 126 del trattato sul funzionamento dell’Ue (Tfue).

“Il Consiglio, su proposta della Commissione, decide, dopo una valutazione globale, se esiste un disavanzo eccessivo. Il Consiglio adotta senza indebito ritardo, le raccomandazioni allo Stato membro in questione”, recita la norma. Spetta al Consiglio decidere se attuare la sanzioni e anche il valore dell’eventuale multa.В Due anni fa il Consiglio, dopo un’apertura da parte di Spagna e Portogallo che accettarono di seguire le raccomandazioni di Bruxelles, decise di evitare le multe. Non ГЁ detto che con l’Italia andrГ allo stesso modo.В

La Commissione europea ha bocciato la manovra: “Pronti ad aprire procedura d’infrazione”

La Commissione doveva rispondere in giornata alla lettera inviata il 22 ottobre dal ministro dell’Economia Tria in cui si confermava la volontà di procedere con la manovra senza apportare le modifiche richieste dall’Ue

La Commissione europea ha bocciato il testo della Legge di Bilancio presentata dall’Italia perché “il governo italiano sta apertamente e deliberatamente andando contro gli impegni che aveva preso”. (qui cos’è la legge di bilancio)

Secondo la Commissione, la manovra del governo configura una “inadempienza particolare grave rispetto alle regole Ue”, ha detto il vicepresidente responsabile per l’euro, Valdis Dombrovskis. “Per la prima volta al Commissione è obbligata a richiedere a un paese dell’area euro di rivedere il suo documento programmatico di bilancio. Ma non vediamo alternativa”.

“Se il governo non modificherà il documento programmatico di bilancio per rispettare le regole europee, la Commissione potrebbe aprire una procedura per deficit eccessivo per violazione della regola del debito”.

La decisione della Commissione

Il 23 ottobre la Commissione europea ha quindi risposto alla lettera inviata il 22 ottobre dal ministro dell’Economia, Giovanni Tria, che confermava la volontà del governo italiano di procedere con la manovra senza apportare le modifiche richieste dall’Ue.

La Commissione ha deciso di bocciare il testo presentato dal governo italiano: è la prima volta dal 2020, anno in cui è stata introdotta la norma che prevede la possibilità di rimandare indietro il testo programmatico, che l’Ue rimanda al mittente una legge di Bilancio.

Prima d’ora infatti una simile situazione non si era mai verificata, tanto che nella lettera ricevuta dal governo italiano giovedì 18 si parlava di una “deviazione dalle regole senza precedenti”.

La bocciatura non giunge come una notizia inaspettata al governo italiano, tanto che la sera prima il vicepremier Salvini aveva detto che era “pressoché certo”.

Anche l’apertura dei mercati era stata influenzata dalle prime avvisaglie di una possibile bocciatura, con il differenziale tra Bond e Btp che ha aperto a 312 punti.

Cosa rischia adesso l’Italia

Una volta ricevuta la bocciatura, il governo ha 3 settimane di tempo per inviare un nuovo documento programmatico di bilancio sulla base delle regole europee e che dovrà ricevere nuovamente il parere della Commissione.

Le norme comunitarie stabiliscono che la Commissione debba presentare una propria opinione sui singoli bilanci nazionali entro la fine di novembre, motivo per cui è stata organizzata una riunione per il 21 novembre.

Se il governo decidesse di non apportare alcuna modifica, l’Ue procederebbe con l’apertura di una procedura di infrazione per deficit eccessivo e violazione della regola del debito.

La bocciatura della manovra avrà degli effetti negativi anche sull’incontro dell’Eurogruppo previsto per il 5 novembre che riunisce i ministri economici e finanziari dei 19 Paesi della zona euro.

In ogni caso, la procedura di infrazione potrebbe essere aperta solo nella primavera del 2020, quando l’Ue chiederebbe il rientro dal disavanzo eccessivo, specificando anche dei precisi paletti temporali da rispettare.

Il processo quindi potrebbe durare un paio di anni per concludersi con sanzioni in caso di mancato rientro del disavanzo eccessivo.

Miglior broker di opzioni binarie 2020:
  • Binarium
    Binarium

    Il miglior broker di opzioni binarie!
    Allenamento gratuito!
    Ideale per i principianti!
    Ottieni il tuo bonus di iscrizione!

Like this post? Please share to your friends:
Come scegliere un broker di opzioni binarie
Lascia un commento

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: